Topi in classe a Taurisano. I genitori protestano e il sindaco chiude la scuola fino a venerdì

Topi in classe a Taurisano. I genitori protestano e il sindaco chiude la scuola fino a venerdì
di Luana PRONTERA
3 Minuti di Lettura
Martedì 4 Ottobre 2022, 15:35 - Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 14:48

Genitori in protesta a Taurisano per la presenza di topi nella scuola d’infanzia, arrivano gli ispettori dell’Asl e il sindaco Luigi Guidano decide di emettere ordinanza di chiusura della scuola a partire da domani. Sospese le attività scolastiche fino a venerdì. Il primo cittadino assicura: “faremo tutto il possibile per risolvere questo disagio per il bene di tutti”.

Tutto ha avuto inizio con l’apertura dell’anno scolastico, lo scorso 12 settembre. “Già nella prima settimana le maestre hanno visto i topi senza comunicare nulla ai genitori”, afferma una mamma. “Lo abbiamo scoperto nei giorni successivi dai racconti dei bambini. Nel week end del 17 settembre c’è stato il primo intervento di derattizzazione da parte della ditta incaricata dal Comune con la previsione di un ulteriore intervento per il fine settimana successivo” spiegano. “Il 26 settembre, finalmente, i bambini rientrano in classe ma per poco tempo. Dopo mezz’ora le maestre ci comunicano la presenza di un topo intento a salire sulla scarpa di una docente così la scuola viene chiusa, ancora una volta. Il 30 settembre la ditta incaricata effettua un terzo intervento di derattizzazione, più lungo rispetto agli altri. La scuola riapre il 3 ottobre, ma i topi sono ancora lì e i bambini riferiscono di essere saliti sulle panche spaventati dalle urla delle maestre”.

La rabbia dei genitori

Una scena da film se non fosse realmente accaduta in una scuola del basso Salento. Nel frattempo i genitori precisano: “Non vogliamo fare polemica ma trovare una soluzione utile e immediata. Dobbiamo unire le forze per il bene dei più piccoli e garantirgli un ambiente idoneo anche perché a breve inizierà la mensa scolastica e siamo terrorizzati dal possibile ripetersi di simili episodi”. Con la protesta pacifica i genitori chiedono una soluzione alternativa e un edificio per garantire continuità di frequenza ai bambini. 

Il sindaco in campo

Il primo cittadino di Taurisano Luigi Guidano ha annunciato altri e ulteriori interventi che verranno intrapresi nel corso della settimana nella speranza di una risoluzione definitiva del problema. “Al momento non ci sono altri edifici idonei ad ospitare i bambini. Quelli presenti sul territorio devono essere candidati per la ristrutturazione in quanto servono ingenti risorse per il completamento. Procederemo, d’intesa con la dirigente, a spostare tutti i mobili e a ripulirli da libri vecchi e altri materiali per avere una fotografia precisa della situazione ed intervenire di conseguenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA