Tenta di ferirsi con una lametta, gli agenti intervengono e li aggredisce: tensione nel carcere

Tenta di ferirsi con una lametta, gli agenti intervengono e li aggredisce: tensione nel carcere
Tre agenti della penitenziaria sono rimasti feriti a colpi di lametta. Un detenuto di origine straniera che si trova nel carcere di Lecce, infatti, ha impugnato una lametta per ferirsi, aggredendo poco dopo un compagno di cella e tre agenti intervenuti per fermarlo: la violenza è avvenuta nel reparto C1 seconda sezione, denominato Reis.

Gli agenti hanno riportato una serie di contusioni, ematomi e distorsioni per le quali sono stati costretti a ricorrere alle cure del personale. «Mi trovo a ribadire ancora una volta la necessità di dotare la Polizia Penitenziaria di pistole elettriche e spray anti aggressione, come abbiamo dichiarato durante la manifestazione innanzi al PRAP di Bari, sede della Dirigenza Generale Puglia dell’Amministrazione Penitenziaria» afferma il vicesegretario regionale di Osapp Puglia, Ruggiero Damato.

«Nonostante la cronica mancanza di personale e turni che vanno ben oltre le norme contrattuali, la Polizia Penitenziaria – conclude Damato – continua a garantire ordine e sicurezza nelle carceri, con grandi sacrifici e difficoltà, subendo aggressioni fisiche e verbali quasi giornalmente».

Damato annuncia l’intenzione di chiedere un incontro urgente con il prefetto di Lecce per discutere di questa situazione. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 14 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:47