Tangenziale est, al via i lavori per la messa in sicurezza

Giovedì 26 Novembre 2020 di Stefania DE CESARE

Eliminazione dissesto idrogeologico: approvato il progetto esecutivo per la messa in sicurezza della Tangenziale Est di Lecce. È partito l'iter per i lavori di rifacimento delle strade colpite dal problema del mancato deflusso delle acque meteoriche. L'amministrazione comunale, con delibera di Giunta, ha approvato il primo dei cinque progetti, finanziati con 5 milioni di euro dal Ministero dell'Interno Dipartimento Affari Interni e territoriali, per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. Presto, quindi, si interverrà sulla maxi arteria ad alto scorrimento, una strada che, così come si legge nella relazione tecnica, a oggi presenta numerose problematiche legate al corretto displuvio delle acque piovane nonostante la presenza di 5 impianti di accumulo e sollevamento ubicati lungo il tracciato. Ciò è stato causato sia dall'intasamento dei canali di scolo, sia da cedimenti della fondazione stradale e dallo sfaldamento della pavimentazione che hanno determinato la formazione di vasti avvallamenti tali da compromettere l'originario andamento delle livellette stradali.


In passato il Comune ha effettuato solo interventi tampone che da soli però non garantiscono una adeguata soluzione al problema che necessita di azioni radicali. Una mancata programmazione, dunque, che non ha permesso nel tempo un'adeguata conservazione e sistemazione della rete viaria extraurbana al fine di preservare la stessa dai rischi di un dissesto idrogeologico. Come detto, il progetto di riqualificazione interesserà alcuni tratti della Tangenziale Est: direzione Maglie-Brindisi (tratto A-B per 900,00 metri), dall'uscita 9B Merine-Vernole-Melendugno sino all'ultimo tratto sistemato compresa l'uscita 9° (tratto C-D per 300 metri); svincolo Mercato Ortofrutticolo sino all'ultimo tratto bitumato (tratto E-F per 150,00 metri); tratto intermedio (tratto G-H per 200 metri); sino al cavalcavia tutta sezione (tratto I-L per 600 metri). Gli interventi in programma riguardano: la pulizia e risanamento dei canali di scolo presenti a bordo strada mediante la rimozione e smaltimento a discarica del materiale presente all'interno dei canali; la sistemazione di tratti delle canalette rotti o sconnessi; la ricostruzione dei tratti stradali interessati da cedimenti e sfaldamenti della sede bitumata; la sistemazione o rifacimento dei giunti di dilatazione; il rifacimento della segnaletica stradale sui tratti interessati dagli interventi di bitumatura; il ripristino e nuova messa in opera di alcuni tratti di barriere stradali di sicurezza; la fornitura e messa in opera di barriere fonoassorbenti allo scopo di ridurre la propagazione dei rumori.

Oltre alla messa in sicurezza della Tangenziale Est in cantiere sono previsti altri 4 progetti, già finanziati, per l'eliminazione del rischio idrogeologico e interessano Borgo San Nicola e aree adiacenti le zone Santa Rosa e Salesiani; san Sabino, Piazza Mazzini e via Leuca; zone Ferrovia, Casermette e Rudiae e la strada a scorrimento veloce Lecce - Arnesano. Per ogni area è stato valutato un investimento di un milione di euro. «Contiamo di portare gli altri interventi a progetto esecutivo entro la fine dell'anno dichiara l'assessore ai Lavori pubblici Marco Nuzzaci -. Interverremo su numerosi tratti della tangenziale, sia in direzione Maglie che Brindisi dove in passato per problemi di allagamento si sono registrati dissesti stradali. È un cantiere importante per ridurre i pericoli su una delle strade maggiormente trafficate del capoluogo. Presto procederemo con l'assegnazione dei lavori così da avviare quanto prima il cantiere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA