Sua maestà la meringa, per chiudere in bellezza

Venerdì 19 Aprile 2019
La crostata meringata

Immancabile il dolce, per chiudere in bellezza il pranzo pasquale. Cosimo Martina del ristorante Acquapazza di Brindisi propone una crostata meringata, oltre che buonissima, di sicuro effetto scenografico!

 

Gli ingredienti: 500 grammi di farina, 150 grammi di zucchero, 2 o 3 uova, 200 grammi burro, scorza di limone, la punta di un cucchiaino di lievito. Per il ripieno, 250 grammi di ricotta, canditi misti quanto basta, 100 grammi di cioccolato fondente e 120 di zucchero. Per la meringa, 100 grammi di albume e 250 grammi di zucchero a velo vanigliato, il succo di mezzo limone e un pizzico di sale.
Lavorare con le fruste la ricotta con lo zucchero, poi aggiungere canditi e cioccolato, mischiare il tutto coprire e porre in frigo. A parte, si lavora lo zucchero con burro e scorza limone, disporre la farina a fontana e mettere al centro il panetto di burro con le uova e il lievito e lavorate velocemente il composto. Una volta pronto, disporre nella pellicola e mettere in frigo a riposare.

Nel frattempo montare a neve gli albumi con lo zucchero, il sale e limone, una volta montati riporre in frigo.

Riprendere il panetto di pasta frolla, stenderlo con il mattarello a meno di mezzo centimetro e foderare una teglia antiaderente da 21 cm di diametro. Tagliare i bordi in eccesso e aggiungere il ripieno di ricotta, stendendolo per bene.

Infornare a 170 gradi per 30 minuti. Una volta cotta lasciare intiepidire fuori dal forno e sformare dalla teglia in un piatto da portata, inserire la meringa in un sac a poche con punta riccia e fare dei ciuffetti irregolari con punta all'insù. Prendere il cannello da pasticceria e bruciare la meringa senza esagerare. La torta è pronta per essere servita.

L.Ces.

Ultimo aggiornamento: 21:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA