Strade, chiese e cimitero: ultimi ritocchi
Alessano pronta ad ospitare 15mila fedeli

Strade, chiese e cimitero: ultimi ritocchi
Alessano pronta ad ospitare 15mila fedeli
Un evento straordinario, annunciato ufficialmente ad inizio febbraio, che ha richiesto una strategia e un piano di lavori con tempi stretti e altrettanto “straordinari”. E così, la città di Alessano si è trasformata nelle ultime settimane in un unico grande cantiere e si prepara ad accogliere venerdì prossimo l’ondata di circa 15mila fedeli e pellegrini, in festa per celebrare don Tonino Bello e allo stesso tempo abbracciare papa Francesco in visita sulla tomba del Servo di Dio tanto amato dalla sua terra. A meno di una settimana dall’evento, la gran parte dei lavori è ormai conclusa e all’appello mancano solo gli ultimi ritocchi all’area di 4 ettari posta sulla destra di fronte al cimitero che accoglierà il fiume di persone.
In particolare, l’amministrazione comunale ha completato la ristrutturazione e messa in sicurezza del cimitero, della facciata, della cappella situata all’ingresso della struttura vicino alla quale Bergoglio transiterà a piedi affiancato, nel percorso verso la tomba di don Tonino, dal vescovo Vito Angiuli. Riasfaltate sono state tutte le strade che sorgono nei pressi dell’area cimiteriale, via Macurano e la provinciale 210 per Novaglie, via Tagliamento, via Cristoforo Colombo, via Rimembranza e l’ingresso da Specchia, tirato a lucido il piazzale e recuperate le superfici verdi della zona, ma anche di tutto il centro abitato. Allo stesso tempo, ristrutturate sono stati pure gli spazi antistanti lo stadio cittadino, dove è previsto il parcheggio dei pullman, e quelle della sosta per le automobili. Fedeli e pellegrini provenienti dalle province di Lecce e di Brindisi (numerosi da Ostuni), si preparano così ad assistere al grande appuntamento religioso e a vivere momenti speciali intorno al palco allestito per papa Francesco. Libero sarà l’accesso alla zona che sorge di fronte al cimitero e libere saranno le 5mila sedie disponibili, tutto questo per assicurare ampia partecipazione a chiunque.
Restano ancora aperte, fino ad oggi, le prenotazioni sul fronte dei mezzi di trasporto attraverso la piattaforma elettronica (sito web: alessano2018.parkforfun.it). Si contano già 160 corse di bus da tutta la provincia e oltre, mentre a disposizione delle auto ci sono 2mila posti, 300 per le moto e centinaia per chi intendere arrivare in bicicletta ad Alessano e lasciare il proprio mezzo nel parcheggio vicino all’Istituto “Salvemini”. Il papa approderà in città alle ore 8:30 del mattino, per questo l’apertura dei parcheggi è fissata per le 4:45 fino alle ore 7:15. Le auto, i bus e le moto dirette all’evento avranno dei percorsi dedicati per avvicinarsi e parcheggiare. In particolare, da sud: i veicoli provenienti dalla statale 275 (Gagliano-Santa Maria di Leuca) proseguiranno fino ai parcheggi situati nella frazione di Montesardo (Alessano), mentre i veicoli non diretti all’evento saranno deviati verso la strada provinciale 81 Gagliano-Corsano. Gli autobus invece arriveranno nel centro di Alessano, scaricheranno i fedeli e torneranno a Montesardo in via Nazionale. Da nord (Lecce-Alessano): i veicoli non diretti all’evento cominceranno ad essere deviati verso Tricase all’altezza di Montesano Salentino, mentre quelli diretti all’evento arriveranno nell’abitato di Lucugnano, da qui svolteranno a destra verso i parcheggi situati sulla provinciale 242 Specchia-Alessano; gli autobus invece entreranno direttamente ad Alessano dalla strada statale 275. Solo i veicoli provvisti del ticket elettronico potranno accedere all’area comunale e di parcheggio e restrizioni si prevedono sull’introduzione di specifici oggetti nell’area in cui il papa saluterà i presenti dal palco dopo aver lasciato la tomba di don Tonino. Tanta folla dunque, ma anche importanti misure di accoglienza e di sicurezza, per rendere indimenticabile questo 20 di aprile.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 16 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:22