Statale 275, i costi lievitano a 350 milioni per il primo lotto. Incontro Salvini-Marti: cantiere entro la primavera

Statale 275, i costi lievitano a 350 milioni per il primo lotto. Incontro Salvini-Marti: cantiere entro la primavera
di Pierpaolo SPADA
5 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Novembre 2022, 11:02 - Ultimo aggiornamento: 15:01

Importante passo avanti per l’approvazione del progetto definitivo del primo lotto della nuova Statale 275 Maglie-Leuca. C’è il via libera condizionato del ministero dell’Ambiente. Ma intanto si apprende pure che per effetto dell’inflazione il costo dell’opera lievitarà - secondo stime non definitive - dagli attuali 244 a 350 milioni di euro. 

È stato il commissario straordinario a Vincenzo Marzi a riferirlo in mattinata ospite in Provincia del confronto con i sindaci convocato dal presidente a Stefano Minerva. “La commissione per la Valutazione d’impatto ambientale ha espresso parere favorevole sulle modifiche apportate al progetto, ma con una serie di prescrizioni che conosceremo quando il parere sarà pubblicato”, ha detto Marzi. 

L'INCONTRO AL MINISTERO

Il ministro delle Infrastrutture e vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini si è incontrato con il senatore e segretario della Lega Puglia Roberto Marti. Nel corso del colloquio è stato fatto il punto sulla programmazione dell'Anas nella Regione, che prevede «3,4 miliardi di investimenti di cui 300 milioni di manutenzione straordinaria e 3,1 miliardi di nuove opere». Il ministero riferisce in particolare che per la Strada Statale 275 Maglie-Santa Maria di Leuca «ci sono 244,02 milioni necessari per avviare i lavori» e che «l'opera dovrebbe andare in gara d'appalto nella prossima primavera con ruspe in azione nell'estate 2023».

Gli atti attesi

Il parere Via è l’atto atteso più importante in questa fase, quello che potrebbe realmente sbloccare l’iter e indirizzarlo verso il positivo epilogo. Decisive dunque le prossime ore per il destino del primo lotto (Maglie-zona industriale di Tricase) che, come anticipato, subirà nel frattempo anche un incremento del costo, che inizialmente assorbiva 244 dei 288 milioni di euro destinati all’intero opera (comprensiva dunque anche del secondo lotto). 

Ciò vuol dire che, oltre ad assorbire la quota residua (44 milioni) del finanziamento complessivo (288 milioni) riservata al secondo, il primo lotto necessiterà di un ulteriore stanziamento di circa 70 milioni di euro, necessario per adeguare il costo dell’opera al nuovo Prezzario delle opere pubbliche.

Oltre al parere della commissione Via, il commissario è in attesa  del rilascio dell’autorizzazione paesaggistica in deroga al Ptpr da parte della Regione Puglia e del parere della Soprintendenza. “Ove occorra - ha precisato Marzi - eserciterò i poteri commissariali per acquisire il l’autorizzazione paesaggistica”. Confermato l’obiettivo di giungere all’infinito e della gara entro il 30 aprile 2023.

Si attende l'autorizzazione paesaggistica

Oltre al parere della commissione Via, il commissario è in attesa  del rilascio dell’autorizzazione paesaggistica da parte della Regione Puglia e di quello della Soprintendenza. “Ove occorra - ha precisato Marzi - eserciterò i poteri commissariali per acquisire il l’autorizzazione paesaggistica”. Confermato l’obiettivo di giungere all’infinito e della gara entro il 30 aprile 2023.

Il primo lotto


Il Commissario Straordinario ha illustrato lo stato di attuazione del procedimento in corso del 1° lotto (compreso tra lo svincolo di Maglie Nord (km 0,000) e lo svincolo nei pressi della zona artigianale di Tricase (km 23,300) che interessa il territorio dei Comuni di Melpignano, Maglie, Muro Leccese, Scorrano, Botrugno, San Cassiano, Nociglia, Surano, Montesano Salentino, Andrano, Tricase, tutti ricadenti nella provincia di Lecce, per un importo complessivo di oltre 244 milioni di euro (Primo lotto).  
Il Commissario ha ribadito inoltre il massimo impegno nel perseguimento degli obiettivi prefissati e le azioni che si intendono mettere in campo per giungere ad un celere appalto dei lavori con la partecipazione attiva di tutte le Amministrazioni Comunali coinvolte. Dopo la chiusura con parere favorevole della Conferenza di Servizi indetta sul Progetto Definitivo del I° lotto, sarà pubblicato il bando di gara d’appalto per l’affidamento dei lavori per aprile e comunque entro il primo semestre 2023. 

Il primo lotto


Il 1° lotto, compreso tra lo svincolo di Maglie Nord (km 0) e lo svincolo nei pressi della zona artigianale di Tricase (km 23,300) sarà suddiviso in tre stralci funzionali:   
1° stralcio funzionale: dal km 0,092 al km 10,452 (da Melpignano a Scorrano) 
2° stralcio funzionale: dal km 10,452,68 al km 18,140 (da Botrugno a Surano) 
3° stralcio funzionale: dal km 18,140 al km 23,270 (da Surano alla Z.I. Tricase - Specchia - Miggiano)  
 


Le strade complanari e i 16 svincoli


Il progetto per il 2° lotto riguarda l’adeguamento della sede stradale dallo svincolo Montesano-Andrano fino a S. Maria di Leuca ed ha la finalità di completare l’itinerario eliminando gli attraversamenti dei centri abitati di Lucugnano, Alessano, Montesardo e Gagliano del Capo, comuni interessati dall’opera oltre quelli di Miggiano, Specchia, Tricase, Castignano del Capo, Corsano e Tiggiano.  
A seguito di numerosi incontri presso gli Uffici della Regione, la Provincia e i Comuni coinvolti, Anas ha proposto un nuovo tracciato e si stanno pianificando le attività necessarie per lo sviluppo dell’intervento.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA