"Puglia autentica meraviglia", polemica sullo spot di Rubini costato 340mila euro

"Puglia autentica meraviglia", polemica sullo spot di Rubini costato 340mila euro
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Aprile 2022, 11:58 - Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 08:55

Bufera sullo spot "Puglia autentica meraviglia", con la regia di Sergio Rubini, realizzato da Pugliapromozione per sostenere la destinazione turistica della Puglia. Fratelli d'Italia ne contesta i costi - 340mila euro per circa un minuto di video - e il metodo scelto per individuare la società di produzione, la Passo Uno di Lecce, selezionata con affidamento diretto.

Video

La contestazione di Zullo, FdI

«Lo spot promozionale "Puglia autentica meraviglia" sarebbe costato circa 340mila euro. Soldi pugliesi, di cui 247mila con procedura negoziata senza previa autorizzazione, e quindi con affidamento diretto ad una società di produzione audiovisiva leccese, la Passo Uno. La soglia massima per gli affidamenti diretti per i servizi è 215mila euro più Iva, una soglia che permette a Pugliapromozione, ma non solo, di affidare finanziamenti cospicui». A sostenerlo è Ignazio Zullo, capogruppo di Fratelli d'Italia nel Consiglio regionale pugliese. «Un metodo - prosegue - che in Regione Puglia viene tantissimo utilizzato, per cui il sospetto che possano essere sempre gli stessi, o questi più di altri, è forte. Siamo certi che, con una procedura aperta - fermo restando la regia di Sergio Rubini - non si sarebbero potuti scegliere progetti di promozione turistica con più meraviglia?. Per questo - annuncia Zullo - abbiamo chiesto al presidente della commissione regionale al Turismo, Francesco Paolicelli, di audire il direttore di Pugliapromozione, Luca Scandale, perché venga a rendicontarci nel dettaglio la spesa sostenuta e l'iter del finanziamento».

Turismo, Sergio Rubini firma il nuovo spot di Pugliapromozione. «Un grande regalo, ho scoperto posti che non conoscevo»

© RIPRODUZIONE RISERVATA