“Sporchiamoci le mani”: raccolti 600 quintali di rifiuti

“Sporchiamoci le mani”: raccolti 600 quintali di rifiuti
di Bernardetta PENNETTA
4 Minuti di Lettura
Domenica 2 Giugno 2019, 09:02 - Ultimo aggiornamento: 12:10

Sedici tappe e 600 quintali di rifiuti raccolti in poco più di due mesi. Sporchiamoci le mani, la manifestazione di sensibilizzazione di Quotidiano e di Legambiente Puglia, continua a mobilitare il Salento. Partita il 24 marzo a Gallipoli, nella giornata di ieri ha fatto tappa a Casalabate. Una vera festa nella marina gestita dalle amministrazioni di Trepuzzi e Squinzano che hanno saputo fare squadra coinvolgendo le scuole medie dei due comuni e poi tantissime associazioni I protagonisti sono stati proprio gli studenti insieme agli scout che dopo essere scesi dai pullman sono giunti in corteo con cartelloni creati ad hoc per l'iniziativa davanti alla sede della Pro loco riempiendo di colori e di speranza la piazza.

Dopo i saluti istituzionali, anche da parte dei sindaci dei ragazzi e delle ragazze, sono stati distribuiti sacchi e guanti e una borraccia da parte della Monteco per invitare al riutilizzo e a ridurre lo spreco derivato dall'enorme consumo delle bottigliette in plastica. Sul lungomare nord di Casalabate si sono mossi i ragazzi di Squinzano aiutati dagli adulti delle altre associazioni presenti tra cui Agesci 1, Malachianta,i Bikers, Afg, il Comitato Comune Unico Terenzano, la Protezione civile, la Pro loco, il Centro Radio C.B. Sulle spiagge a sud i ragazzi di Trepuzzi supportati dalle associazioni Unicef, Arci, Armonia a Scuola, Dankoma Centro cinofilo, AMP, Circolo Velico Maestrale. Tutto si è svolto in maniera composta e all'insegna dell'allegria in piena sicurezza contando sulla presenza di due ambulanze e grazie al supporto del comando della Polizia municipale. I ragazzi sono riusciti a raccogliere 10 quintali di indifferenziato per la maggior parte plastica restituita dal mare non più riciclabile per il processo di deterioramento subito. Per gli altri dati l'azienda riferisce che occorrerà aspettare lunedì. Tanti gli ingombranti segnalati all'azienda che ha ritirato nelle immediatezze tra cui materassi, divani vecchi, sedie e anche una barca.

«Una bella esperienza pulire la città, la marina renderla pulita e bella ha commentato il sindaco di Trepuzzi Giuseppe Taurino lanciando un invito ai cittadini ad avere maggiore attenzione e una maggiore cura -. La bellezza è qualcosa che va curata ogni giorno e deturpare la marina con una spiaggia così bella è un delitto imperdonabile. Mi auguro che ci sia attenzione e che la sollecitazione che arriva dal mondo delle associazioni e dalle istituzioni sia raccolta da tutti quanti i cittadini».
Dello stesso avviso il sindaco di Squinzano Gianni Marra: «Ci siamo presi cura della nostra marina. Dobbiamo prendere tutti coscienza che oltre a pulire non si deve sporcare. Dobbiamo tutelare le nostre bellezze e per questo pensiamo già di ripetere presto esperienze di questo tipo con i nostri ragazzi».

Prendiamoci cura delle nostre spiagge e impegniamoci affinché la nostra Casalabate sia un posto piacevole per tutti. Un invito colorato in cartellone realizzato dai ragazzi della Scuola media Giosè Carducci di Squinzano con cui insieme a tantissimi altri realizzati anche dai due Poli di Trepuzzi hanno dato un messaggio chiaro e hanno urlato un forte basta a chi periodicamente getta rifiuti a ridosso del litorale ma anche nell'entroterra. In ogni tratto ripulito gli stessi ragazzi aiutati dagli adulti hanno posizionato dei paletti con dei messaggi per invitare tutti a non sporcare nuovamente. Dopo la pulizia tutti i ragazzi, circa trecento, sono stati ospiti del Mar De Plata che ha offerto loro pizzette, panini e bevande. Poi sono anche arrivati i pasticciotti della Pasticceria Cheri e i gelati offerti da Bar Marulli e dalla Gelateria Vittoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA