Spaccio nei locali della movida salentina: scatta la sospensione per un altro locale

Venerdì 13 Settembre 2019

Spaccio nei locali salentini, dopo il Fico d'India, arriva la chiusura del Birreghe di San Foca (Melendugno) per cui nelle ultime ore è arrivata la sospensione per dieci giorni dell’attività svolta dall’esercizio sito sul lungomare di San Foca. L’attività, essendo di natura stagionale, sarebbe dovuta terminare il 30 settembre, ma il provvedimento dell’Autorità di Pubblica Sicurezza ne ha anticipato la chiusura.

Il provvedimento cautelare è stato emesso sulla scorta degli arresti in esecuzione di misura cautelare in carcere effettuati lo scorso 21 agosto dal personale della Squadra Mobile e del Servizio Centrale Operativo.

Cocaina a fiumi per la movida e 4 locali a rischio chiusura: 13 arresti, c'è un ex del Lecce
«Spaccio, pestaggi e orari violati»: il Ficodindia chiude per 25 giorni
Coca per la movida: spaccio in tre locali, 13 arresti

Come noto, l’attività svolta dalla Squadra Mobile nell’ambito dell’operazione “Pusher 3- Piazza pulita” ha avuto come obiettivo la repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno di noti esercizi siti in località balneari, frequentati soprattutto da giovani. Ciò ha consentito, tra l’altro, l’arresto di due soggetti, colpevoli in concorso di aver ceduto in due occasioni sostanza stupefacente del tipo cocaina all’interno del locale. Gli stessi erano già noti per i loro precedenti penali in tema di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questi elementi, puntualmente contestati alla titolare dell’esercizio pubblico con il provvedimento oggi notificato, hanno certamente messo in pericolo la salute e la sicurezza degli avventori del locale, per la maggior parte appartenenti ad una fascia di età giovanile.
 

Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA