Sorpresa sullo Jonio: Nardò, Porto Cesareo, Gallipoli e Racale conquistano le "Cinque vele"

Sorpresa sullo Jonio: Nardò, Porto Cesareo, Gallipoli e Racale conquistano le "Cinque vele"
Porto Cesareo, Nardò, Gallipoli e Racale  conquistano per la prima volta il riconoscimento delle  "Cinque Vele". Si tratta della speciale "guida" che Legambiente, da 18 anni insieme al Touring, promuove. Il Cigno verde nazionale - attraverso i circoli locali e Goletta Verde - scandaglia la penisola e le isole, attribuendo ad ogni comprensorio turistico le "vele": da 1 (punteggio minimo) a 5 (punteggio massimo). Le vele sono simboli che testimoniano non solo il livello di purezza delle acque ma in generale la qualità ambientale, la presenza di servizi, il consumo energetico (tra i temi analizzati, anche l'uso del suolo, l'energia, i rifiuti, la sicurezza alimentare, la depurazione delle acque, le iniziative per la sostenibilità). Ad annunciarlo di primo mattino è stato il sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano. "Una giornata di festa, per il nostro territorio, per la nostra comunità -afferma Albano -. Oggi riceveremo le ambite cinque vele -continua entusiasta- con cui Legambiente premia le marine inserite nella Guida Blu, come luoghi d'elezione per qualità della vita, tutela e rispetto dell'ambiente, azioni intraprese per salvaguardare costa ed entroterra." E' lo stesso primo cittadino che spiega gli impegni legati al riconoscimento e come l'amministrazione si muoverà in queste ore. 
«L'assessore alla cultura Paola Cazzella ed il presidente del CEA (Centro Educazione Ambientale Porto Cesareo) Mino Buccolieri saranno a Bari in mattinata, per la condivisione di questo straordinario traguardo con le autorità regionali; il sottoscritto -conclude Albano- e l'assessore ai lavori pubblici Luigi Baldi invece, saremo invece a Roma per la cerimonia ufficiale di riconoscimento. Condivideremo con voi i momenti salienti di questa bella giornata».
Grande soddisfazione arriva anche da Nardò. «È un riconoscimento - spiega con orgoglio Pippi Mellone - all’intero distretto dell’Arco Jonico Salentino e al buon lavoro corale di questi anni, al mare cristallino della nostra meravigliosa costa, al paradiso naturalistico del parco di Portoselvaggio, alle eccellenze archeologiche. Un riconoscimento alle politiche di tutela e valorizzazione della mia amministrazione e, in particolare, al lavoro dell’assessore all’Ambiente Mino Natalizio. Un premio ambìto che è anche una svolta dal punto di vista turistico».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 12 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento: 16:59