Sorpresa, nel Salento c'è un'isola a forma di cuore

Foto: Roberto Leone
Foto: Roberto Leone
di Alessandra LUPO
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Marzo 2017, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 22:10
PORTO CESAREO - Al largo di una delle spiagge più amate del Salento c'è un isolotto dalla forma alquanto insolita. La "scoperta" è stata fatta grazie alla visione dall'alto del drone di Roberto Leone, che sta girando un documentario sul territorio anche in collaborazione con l'Area marina Protetta di Porto Cesareo.
Si tratta dell'isolotto al largo del lido "Tabù",  un luogo conosciuto dalla gente del posto e dai pescatori dello Jonio salentino col nome di "Scoglio della malva", che dista circa 100 metri dalla costa e si può raggiungere anche a nuoto.
Grazie alla sua curiosità e maestria nell'uso del drone, negli ultimi tempi questo videomaker ha permesso di guardare il territorio salentino in modo diverso, cogliendone aspetti a dir poco inediti, proprio come questo romantico isolotto a forma di cuore, che sembra destinato a diventare una meta per gli innamorati e non solo.
Lo scoglio, in realtà, era già salito agli onori delle cronache nel lontano 1932 quando un pescatore del posto Raffaele Colelli recuperò nelle sue acque una preziosa statuetta di Thot. La divinità egizia a forma di scimmia oggi custodita nel Museo Archeologico Nazionale di Taranto. 
Insomma un piccolo posto in grado di regalare grandi emozioni.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA