Si faceva scudo di una bambina di 8 anni per rubare pc e tablet: un arresto

Si faceva scudo di una bambina di 8 anni per rubare pc e tablet: un arresto
2 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Settembre 2019, 16:13 - Ultimo aggiornamento: 16:16
Nella tarda serata di ieri gli agenti del Commissariato di Polizia di Nardò hanno tratto in arresto A. G., 36enne di Neviano, in provincia di Lecce, per furto pluriaggravato presso un negozio per la vendita di prodotti elettronici di Nardò.

L’allarme è scattato nella tarda serata di ieri in prossimità dell’orario di chiusura dell’esercizio, quando un addetto alla vigilanza ha notato una persona che, insieme a una bambina, si aggirava nel reparto dei computer e tablet con fare sospetto. Giacché negli ultimi tempi si erano verificati furti proprio in quel reparto, la vigilanza era stata intensificata. La guardia giurata in servizio, quindi, ha allertato la Polizia.

Quando il 36enne ha superato le casse, è stato bloccato dal personale di vigilanza e dagli agenti. Sotto la t-shirt aveva nascosto un computer del valore di mille euro, mentre un tablet era nascosto nello zaino della bambina, di soli otto anni.

La perquisizione ha interessato poi anche l'abitazione dell'uomo, a Neviano, dove sono stati rinvenuti tre droni, trafugati verosimilmente nello stesso esercizio commerciale. Per questo - e con l'aggravante di aver coinvolto una bambina -l'uomo è stato tratto in arresto per il reato di furto pluriaggravato e continuato e accompagnato presso il carcere di Borgo San Nicola di Lecce.
© RIPRODUZIONE RISERVATA