Sfascia un distributore di cannabis, poi aggredisce i poliziotti con un machete di oltre mezzo metro

Mercoledì 13 Gennaio 2021

Furto aggravato, evasione, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale: con queste accuse è stato arrestato e portato in carcere un 33enne del Bangladesh, residente a Nardò, nel Salento. L'uomo è evaso dai domiciliari, ha raggiunto un distributore di cannabis in via Cairoli, lo ha sfasciato per rimediare qualcosa da fumare e, una volta raggiunto dai poliziotti li ha aggrediti e minacciati con un machete di oltre mezzo metro. Poi si è barricato in casa e ha tentato di colpirli dal balcone con un grosso pezzo di tufo.  

È accaduto tutto ieri sera a Nardò, dove gli agenti di polizia del locale commissariato hanno arrestato in flagranza Md Sharif Al Haddy, individuato grazie alle immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza installate fuori dalla rivendita di canapa neretina. L'uomo è stato raggiunto a casa dai poliziotti, ai quali si è affiancato anche il dirigente del commissariato, che ha messo al sicuro i familiari del 33enne e poi iniziato a “trattare” con lui perché si consegnasse, disarmato, come poi è avvenuto.  Sentito il parere del pubblico ministero Donatina Buffelli, il 33enne è stato arrestato e accompagnato in carcere. Il machete è stato posto sotto sequestro.

Ultimo aggiornamento: 12:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA