In autostrada con 145 chili di "botti", ma senza autorizzazioni. Intervengono gli artificieri, denunciato 31enne

Lunedì 11 Novembre 2019
Botti di Capodanno, foto d'archivio
Preparativi per i festeggiamenti di Capodanno e la vendita di botti: un autocarro con a bordo 145 chilogrammi di materiale esplodente è stato fermato e sequestrato sulla autostrada A/14, all'altezza del casello Bari nord, dai poliziotti della Polizia Stradale.
Il mezzo stava per abbandonare l'autostrada. Nel corso del controllo amministrativo si sono evidenziate subito alcune violazioni della normativa in materia di trasporto merci pericolose. Il conducente - un 31enne leccese - non era in grado di esibire alcun documento di trasporto. Si è scoperto che l'uomo trasportava fuochi d'artificio, ma non era in regola con la normativa in materia di merci pericolose.

È stato pertanto approfondito il controllo con il Nucleo Interregionale Artificieri della Questura di Bari per procedere alla messa in sicurezza del materiale esplodente e al computo del materiale.

Al termine del controllo, il 31enne è risultato in possesso di 145,265 kg netti di materiale esplodente attivo, suddivisi in 81 colli di varie dimensioni, ben oltre i limiti consentiti ed è stato quindi denunciato all'Autorità Giudiziaria in quanto effettuava un trasporto di materiale esplosivo di genere pirotecnico non autorizzato dalla autorità di Pubblica sicurezza, senza le prescritte cautele e requisiti di sicurezza ed in quantitativi superiori a quanto prescritto dal Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza.
  Ultimo aggiornamento: 19:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA