Sequestra la moglie e la minaccia di morte con un coltello: arrestato

Lunedì 18 Maggio 2020
Carabinieri
L'avrebbe attirata in auto con la scusa di voler parlare dei figli, ma poi giunti in un luogo appartato, l'avrebbe minacciata di morte puntandole alla gola un coltello. I carabinieri di Salve e Presicce-Acquarica hanno arrestato per sequestro di persona e minaccia aggravata un marito violento, che già era stato allontanato dalla casa familiare: si tratta di S.S., 36 anni, che risponde ora dei reati di sequestro di persona, minaccia aggravata da uso di arma e rapina. 

L'uomo e la donna si erano appartati in auto nella zona industriale di Presicce-Acquarica. A un certo punto hanno iniziato a litigare e il battibecco è ben presto diventato violento. L'uomo avrebbe quindi trattenuto la moglie in auto contro la sua volontà, anche minacciandola di morte a mezzo di un coltello, fino all’arrivo di un cittadino di passaggio che ha udito le urla della donna e l'ha soccorsa.

L'uomo ha accompagnato la vittima presso la stazione dei carabinieri di Salve, dove la donna, in stato di agitazione, è stata visitata da personale 118. Intanto la pattuglia di Presicce-Acquarica si era messa a caccia dell'uomo e lo ha rintracciato poco distante dal luogo del litigio. Il 36enne, perquisito, era ancora in possesso del telefono cellulare della moglie, che è stato restituito alla legittima proprietaria. L'uomo è stato accompagnato in carcere. Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA