Schianti in moto nel Salento: tre morti in un solo giorno

Martedì 3 Agosto 2021

Tre incidenti mortali in sella alle due ruote. Ancora una giornata listata a lutto, per il Salento, dopo l'incidente stradale che all'alba di domenica è costato la vita a un giovane turista in vacanza a Gallipoli. Ieri a perdere la vita sono stati un assicuratore di 33 anni, tra Tuglie e Collepasso; un uomo di Lecce, 54 anni, nel centro di Martano; un pasticciere di Maglie lungo la provinciale per Cursi.
Il primo incidente ieri mattina sulla Tuglie-Collepasso. Davide Leo, 33 anni, era a bordo della sua moto quando è andato a sbattere contro il guardrail della strada finendo la corsa contro un albero. Leo gestiva insieme al padre il mercatino dell'usato a Matino. Ancora incerte le cause dell'incidente. Potrebbe essere stato un guasto al mezzo o il 33enne potrebbe aver perso il controllo delle due ruote su una strada insidiosa e piena di curve. Soccorso da alcuni automobilisti di passaggio è morto prima dell'arrivo dei sanitari del 118. Ai carabinieri la ricostruzione dell'incidente.


A Martano ieri pomeriggio un'auto ha travolto uno scooter con a bordo un uomo, per il quale lo schianto è risultato fatale. La vittima è un leccese di 54 anni, Massimiliano Gargiulo. Mentre il conducente dell'auto, una Peugeot 107, è un 30enne di Caprarica, G.C. le sue iniziali. Lo scontro è avvenuto a un incrocio semaforizzato nel cuore del paese. Immediati i soccorsi che hanno tentato per oltre 20 minuti di rianimare l'uomo, purtroppo senza successo.


La terza vittima di questa giornata di sangue è un pasticciere di Maglie: ha perso il controllo dello scooter ed è andato a scontrarsi contro un'auto. Si tratta di Piero De Donno, 56 anni, titolare di una pasticceria e storica rivendita di dolciumi in via Concetta Annesi, nel cuore della città.
Intorno alle 15, il commerciante era a bordo di uno scooter di grossa cilindrata, un Suzuki Burgman, e stava percorrendo la strada provinciale che da Cursi va in direzione di Maglie quando, per cause ancora da accertare, all'altezza dell'incrocio con via Vecchia Corigliano, ha perso il controllo del mezzo, andando a schiantarsi contro la fiancata di una Lancia Libra guidata da una 41enne di Cursi.
L'impatto è stato così violento che lo scooter non si è bloccato, ma ha continuato la sua corsa fermandosi contro un muretto a secco poco distante. E' scattato l'allarme lungo quella che è una delle strade più trafficate dell'hinterland magliese. E i soccorsi sono arrivati in tempi rapidi.


Sul posto sono intervenuti i carabinieri del servizio Radiomobile e della stazione di Maglie per delle verifiche sulle condizioni dei conducenti. Ad avere la peggio il proprietario del grosso scooter la cui situazione è sembrata subito molto seria. E le sue condizioni, sin dal primo momento, disperate.

LEGGI ANCHE: Collepasso piange Davide: «Garbato e sorridente, con tanti progetti per il futuro»


Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 che hanno accertato la necessità di trasportare il ferito in codice rosso all'ospedale Vito Fazzi di Lecce. L'uomo, per le sue gravissime condizioni, è stato trasferito subito nel reparto di Rianimazione, in prognosi riservata, ma poche ore dopo è spirato. Nessun danno per la donna che era alla guida dell'auto: praticamente illesa. I vigili urbani di Maglie che hanno indirizzato il traffico e gestito la particolare situazione di emergenza: l'accesso da Cursi dalla statale sulla Provinciale dell'incidente è stato inibito per qualche decina di minuti in attesa che si compissero tutte le operazioni di messa in sicurezza. Le auto in arrivo da Cursi o da Maglie sono state deviate sugli svincoli per Lecce e Leuca.
Poi, la lunga attesa. Le ore di ansia vissute dai familiari. Come pure dagli amici e dai colleghi. In attesa di buone notizie dall'ospedale Fazzi. E che, purtroppo, non sono mai arrivate.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 15:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA