Palloncini con i guanti di lattice e aeroplanini di carta: l'abbraccio della Croce Rossa ai bambini appena sbarcati

Martedì 3 Dicembre 2019
Intercettati ieri mattina dalla Capitaneria di Porto a sei miglia al largo di Santa Maria di Leuca, sono stati tratti in salvo 56 migranti di nazionalità curda, siriana e irachena. Si trovavano a bordo di una imbarcazione in balia delle onde e del maltempo.
 
 


A causa della situazione metereologica le operazioni di sbarco si sono rivelate difficoltose, ma il trasbordo e lo sbarco sono volti al termine senza alcun imprevisto. A bordo anche cinque bambini e una donna. Due persone sono state ospedalizzate a causa di lievi malori dovuti alla traversata e al mal di denti, mentre tutti gli altri, visibilmente stremati, erano comunque in discrete condizioni di salute.

Sbarco Open Arms, arrestati due scafisti. Uno ha solo 16 anni
Brindisi crocevia del traffico di esseri umani: svolta dopo una morte misteriosa
Nuovo sbarco, il Salento accoglie altri 50 migranti: 19 sono bambini

I due bambini più piccoli hanno subito stretto amicizia con i volontari della Croce Rossa, come sempre accorsi sul posto per prestare soccorso. I volontari, dal nulla, hanno fatto comparire palloncini fatti con i guanti di lattice e aeorplanini di carta, facendo tornare il sorriso ai piccoli inizialmente molto spaventati.
Visitati dai medici dell'Usmaf e soccorsi dai volontari della Croce rossa, i migranti sono stati trasferiti poi al centro di prima accoglienza.  Ultimo aggiornamento: 09:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA