Salvemini: «Trenta i positivi in città. Ancora controlli». Due denunce. Rifiuti: nuove disposizioni per chi è in quarantena​

Martedì 24 Marzo 2020 di Francesca SOZZO
Il sindaco Carlo Salvemini
Salgono a 30 i casi positivi nella città di Lecce «più quattro rispetto ai 26 di ieri», è il commento del sindaco di Lecce Carlo Salvemini nel suo consueto appuntamento on line. In provincia i casi sono 181, ventisette in più rispetto a ieri, tuttavia un andamento ancora sotto controllo sebbene il numero dei posti letto di terapia intensiva occupato in Puglia sia «del 13%», ieri era fermo all'11. 

I CONTROLLI DELLA MUNICIPALE
Continuano, ha fatto sapere il sindaco, le attività di controllo della polizia locale con posti di blocco attivi sulla provinciale per Novoli, in viale Rossini,  viale Marconi e viale Leopardi con 26 pattuglie impegnate nella mattinata, per un totale di 56 agenti e 7 ufficiali in servizio. In tutto sono state controllate in mattinata 161 persone e 2 sono state le denunce nei confronti di un leccese e di un austriaco che si erano spostati fuori dal proprio Comune di residenza. Controllate anche 34 attività commerciali e 3 cantieri edili, tutti con esito regolare.




RACCOLTA RIFIUTI PER CHI E' IN QUARANTENA
I cittadini che sono in quarantena dovranno attenersi a nuove disposizioni per il conferimento dei rifiuti domestici, in base alle disposizioni dell’ISS Istituto Superiore di Sanità e della nota AGER - Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti dello scorso 17 marzo. I cittadini in quarantena obbligatoria devono interrompere la raccolta differenziata e conferire tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo) nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata, inclusi fazzoletti, mascherine, guanti e salviette monouso. E dovranno anche compilare  il modulo di autodichiarazione disponibile sul sito istituzionale del Comune di Lecce www.comune.lecce.it. e a trasmetterlo via email all’indirizzo di posta elettronica rifiuti.quarantena@comune.lecce.it. Questo per consentire una gestione separata dei rifiuti in questione mediante una raccolta quotidiana, dal lunedì al sabato, della frazione indifferenziata. Gli orari e le modalità del ritiro dei sacchi (opportunamente preparati secondo le indicazioni dell’ISS di seguito riportate) verranno comunicati telefonicamente dagli operatori del gestore dei servizi di igiene e nettezza urbana al numero indicato dal cittadino nella propria autocertificazione. 
Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al numero 0832 230049, attivo h 24.

RITA, L'ASSISTENTE VIRTUALE
È attivo sul sito del Comune di Lecce - nella sezione che raccoglie gli aggiornamenti sul Coronavirus - “Rita”, l’assistente virtuale intelligente attivo 24 ore su 24 compresi i giorni festivi,  progettato per rispondere alle domande più frequenti a fronte del decreto ministeriale 11 marzo 2020 #IoRestoaCasa e sulle regole da seguire nell’area comunale. "Rita" fornisce informazioni su come scaricare il modulo per l’autocertificazione, quando è consentito uscire di casa, quali sono gli esercizi commerciali aperti, ma anche sulle norme attuate per scuole, Università e luoghi pubblici, quali sono le norme da seguire per le persone disabili e le sanzioni previste a seguito della violazione degli articoli contenuti nel decreto. Il sistema aiuta il cittadino a rimanere sempre aggiornato e informato sulle normative ministeriali attuate nell’ambito dell’emergenza Covid-19 e supporta gli utenti nella corretta formulazione delle domande attraverso la visualizzazione di suggerimenti automatici presenti nella chat che l’utente può selezionare al fine di migliorare l’interazione con il sistema digitale e ottenere la risposta desiderata.
  Ultimo aggiornamento: 14:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA