Stroncata da un'emorragia a 15 anni: la famiglia dona gli organi. Il feretro per le strade deserte del paese

Mercoledì 8 Aprile 2020 di Anna Manuela VINCENTI
Lutto cittadino, ieri a Salve, nel Salento, per il funerale della quindicenne stroncata da un’emorragia cerebrale. I genitori di Sara Minonni, nonostante il triste momento e l’immane tragedia, che da un momento all’altro si sono trovati a vivere, sono riusciti a trovare la forza di donare gli organi della ragazzina e così la morte della loro bambina potrà salvare altre vite.

Un gesto di grande solidarietà che, seppur nel dolore, ridarà il sorriso ad altre famiglie e la morte della loro piccola Sara non sarà stata vana. Una disgrazia che ha sconvolto la cittadina alle porte di Leuca, specie nel periodo di quarantena che da quasi un mese tiene bloccati tutti in casa, che ha impedito di far sentire la vicinanza alla famiglia. Un saluto, un abbraccio, che se non possono ridurre il dolore, danno conforto e calore a chi si trova all’improvviso a convivere con il gelo della morte.

L’amministrazione comunale, guidata da Francesco Villanova, ha proclamato il lutto cittadino, per manifestare la vicinanza di tutta la comunità di Salve alla famiglia Minonni per la grave perdita. Le celebrazioni funebri si sono svolte in forma strettamente privata. Il feretro si è fermato alcuni minuti in prossimità dell’abitazione della famiglia, facendo risuonare alcune note della canzone preferita da Sara.      © RIPRODUZIONE RISERVATA