Ombrelloni segnaposto: sequestri nella notte in tutto il Salento

Ombrelloni segnaposto: sequestri nella notte in tutto il Salento
3 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Luglio 2021, 11:27 - Ultimo aggiornamento: 20:22

Ombrelloni segnaposto piazzati nella notte. La Guardia costiera di Gallipoli, agli ordini del capitano di Vascello, Enrico Macrì, ha sequestrato nel Salento circa 300 attrezzature, tra ombrelloni e sdraio, in quella che ha significativamente chiamato operazione “Spiaggia pubblica libera" e che è servita a contrastare il fenomeno dell'accaparramento illegittimo dei posti in spiaggia, liberando oltre 2000 metri quadrati di litorale abusivamente occupato. 

Sigilli sulle coste più battute

Questa mattina controlli e sequestri hanno interessato le spiagge di Porto Cesareo (località Torre Lapillo), Gallipoli (località Rivabella), Ugento (località Lido Marini, Torre Mozza), Lecce (località Spiaggia Bella), San Foca di Melendugno e Castro. Il personale della capitaneria ha setacciato le principali spiagge, per apporre i sigilli a centinaia di attrezzature piazzate illegalmente nella notte.

L’intervento a sorpresa, finalizzato alla verifica del rispetto delle regole e al ripristino delle buone abitudini fra i frequentatori del mare, ha visto - al fianco dei militari della Capitaneria di porto di Gallipoli - anche quelli dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, degli Uffici Locali marittimi di Torre Cesarea, di Ugento, Santa Maria di Leuca, Tricase, Castro, San Cataldo, della Delegazione di Spiaggia di San Foca di Melendugno e della Polizia Municipale di Ugento.

Accanto ai sequestri e alla liberazione di ampi tratti di spiaggia, a Spiaggiabella, marina di Lecce, la Capitaneria ha pizzicato anche un noleggiatore di attrezzature balneari che aveva occupato preventivamente e in assenza di fruitori, circa 450 metri quadrati di sabbia con 35 ombrelloni, che sono stati posti sotto sequestro.

Va ricordato, infatti, che l’ordinanza balneare della Regione Puglia «sancisce il divieto di lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto del sole, ombrelloni, lettini, sedie sdraio, tende o altre attrezzature comunque denominate». La vigilanza della Guardia Costiera continuerà - sottolineano i militari di Gallipoli - lungo tutti i litorali di competenza per tutta la stagione estiva «allo scopo di assicurare il corretto utilizzo del demanio pubblico marittimo da parte tutti i fruitori del mare, nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza della navigazione e dell’incolumità pubblica».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA