Salento, 30mila euro per comprare casa: boom di richieste dall'estero

Salento, 30mila euro per comprare casa: boom di richieste dall'estero
di Luana PRONTERA
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Novembre 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 19:57

Il Comune di Presicce Acquarica non ha ancora dato il via al famoso bando “Benvenuti” la cui pubblicazione è prevista per la prossima settimana, eppure gli effetti di questa misura sono già esplosivi. Alcune agenzie immobiliari della zona, infatti, hanno registrato nei giorni scorsi, una forte impennata delle richieste d’acquisto di case e casali nel territorio del Comune salentino.

La maggior parte risiede all'estero 

Si tratta perlopiù di stranieri, in prevalenza inglesi, francesi e americani.
L’ attenzione crescente verso il borgo meridionale potrebbe essere legata anche alla notizia trapelata qualche settimana fa: “30mila euro a fondo perduto per chi acquista casa nel comune di Presicce Acquarica”. Notizia che, peraltro, è diventata virale dopo aver viaggiato nei blog di alcuni portali di settore.

«Che il nostro comune sia sempre più ricercato dagli investitori lo dicono i numeri» afferma il sindaco Paolo Rizzo che sottolinea come alcuni palazzi storici siano stati venduti nel corso degli ultimi due anni. E precisa: «Questa misura, presente peraltro già nel programma elettorale della maggioranza, è stata immaginata per offrire uno strumento in più, rispetto a quelli che possono e devono essere attivati da altre Istituzioni, per contrastare lo spopolamento dei borghi periferici come quello di Presicce-Acquarica, il cui saldo demografico continua ad essere negativo con un tasso di natalità del 5,6% a fronte di quello di mortalità che è più del doppio (13,3%). Quest’anno ci sono state 50 nascite e 150 morti. Nel giro di un decennio siamo destinati a scomparire se non corriamo ai ripari». Chiosa il primo cittadino che puntualizza: «Vogliamo dare un segnale che stimoli la crescita del territorio contrastando il fenomeno della migrazione che vede viaggiare il nostro capitale umano altrove. I giovani abbandonano questa terra, cercano opportunità di studio e lavoro in altre regioni e raramente ritornano. Questo è il vero dramma”.

Il bando

Il bando, ormai attesissimo, dovrebbe prevedere agevolazioni per i non residenti che decidono di acquistare e ristrutturare alcune tipologie di immobili nel comune fuso di Presicce Acquarica. Attraverso un fondo di circa 150mila euro, l’amministrazione ha previsto di coprire il 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di casa (e in caso dei lavori di ristrutturazione) fino a un massimo di 30mila euro. “La somma massima dei 30mila euro è prevista solo nel caso in cui l’acquirente decida di spostare la sua residenza per almeno 10 anni dall’acquisto” dichiara Paolo Rizzo.
La misura ha già una copertura finanziaria nel bilancio comunale. Le somme stanziate derivano dal fondo premiale della fusione di cui l’ente può disporre. Con molta probabilità il fondo verrà stanziato anche nei prossimi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA