Mareggiate e vento, la costa sotto schiaffo: allagamenti e muretti crollati. A Roca si sfalda la falesia

Mareggiate e vento, la costa sotto schiaffo: allagamenti e muretti crollati. A Roca si sfalda la falesia
4 Minuti di Lettura
Martedì 22 Novembre 2022, 12:56 - Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 13:37

Puntuale come previsto, il maltempo si è abbattuto nelle ultime ore sulla Puglia. Dalla tarda mattinata piogge e forte vento hanno sferzato il Salento, colpendo in particolar modo la costa e causando danni e disagi.

La costa Ionica

Devastato il lungomae di Santa Caterina, di recente oggetto di restyling. I muretti a secco in alcuni tratti sono crollati a causa delle onde che li hanno travolti.

A Gallipoli il mare, come spesso accade, ha invaso la sede stradale nella zona della Giudecca, risalendo per le stradine che arrivano su corso Roma e allagandole per diverse decine. Il Comune ha disposto la chiusura al transito del lungomare Galileo Galilei perché invaso dall'acqua.

Sale la paura a Porto Cesareo e con essa si ingrossa il mare di "Puertu Picciu", lo storico porto naturale sito di fronte all'Isola grande o dei conigli, dove da sempre sono ancorate le piccole imbarcazioni dei pescatori professionisti di Porto Cesareo. I pescatori hanno paura che la libecciata prevista con la massima forza a partire dal pomeriggio di oggi possa danneggiare i loro mezzi di lavoro.

 

La costa Adriatica

Un altro colpo alla già fragile falesia di Roca: le mareggiate causate dal vento forte che si sta abbattendo in queste ore anche sul Salento ha provocato un nuovo crollo nella marina di Melendugno, sul litorale Adriatico. Un grosso pezzo di roccia che si trova in località Portuligno è crollata nella notte a causa delle forti mareggiate e del vento che sbatte le onde furiose sulla costiera lesionata da tempo. 

L'ennesimo crollo 

Il crollo è avvenuto a pochi metri dalla Torre e dall’area di Grotta Poesia. La parte della falesia che si è distaccata difatti, ha già subìto diversi crolli nel tempo, compresa la voragine che si è creata proprio nelle immediate vicinanze di questa ultima franatura. Tutta la zona è interdetta da anni con un'ordinanza della capitaneria e della polizia locale, recintata con paletti di legno ma tuttavia la zona è molto frequentata da persone che si arrampicano , anche dove sta crollando tutto pur di fare un selfie.

 

I danni delle mareggiate a Torre dell'Orso

A Torre dell’Orso invece le mareggiate hanno mangiato un vasto pezzo di arenile, arrivando perfino a distruggere parte della pineta che, nella normalità è abbastanza lontana dal mare e confina con i lidi adiacenti. Il mare continua nella sua forza a prendere spiaggia che scompare all’orizzonte per lasciare spazio solo agli alberi che costeggiano la grande baia. 

Nel Foggiano

Interrotti i collegamenti tra il porto di Termoli e le Isole Tremiti (Foggia) a causa del maltempo. Le avverse condizioni meteomarine hanno impedito alle motonave di effettuare la corsa giornaliera tra la costa molisana e le Diomedee che. per la giornata di oggi. resterà in porto. La Capitaneria ha inviato un avviso di burrasca valido fino alla serata. Il bollettino prevede mare molto mosso e vento di sud-est a forza 8. I pescherecci della flottiglia molisana sono rientrati quasi tutti in porto. Mareggiate sono registrate a nord della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA