Reddito di cittadinanza e lavoro in nero: nel Salento denunciati dipendenti e imprenditori nel settore marittimo

Reddito di cittadinanza e lavoro in nero: nel Salento denunciati dipendenti e imprenditori nel settore marittimo
2 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Ottobre 2022, 14:14 - Ultimo aggiornamento: 18:42

Sono quattro le persone scoperte e sanzionate dalla Guardia di Finanza perché avrebbero continuato a lavorare in nero, in attività economiche sulla costa, pur percependo il Reddito di cittadinanza. Denunciati anche 21 datori di lavoro con l'ipotesi aggravata di impiego di lavoratori in nero percettori di Reddito di cittadinanza, e segnalati all'Inps.

Verifiche in tutto il Salento

Le verifiche, che hanno riguardato in particolar modo il Salento, sono state eseguite dai militari della stazione navale di Bari e delle sezioni operative navali della Guardia di Finanza pugliesi, sotto il coordinamento del Reparto operativo aeronavale di Bari.

In particolare durante i controlli in totale sono state verbalizzate quaranta persone, tra lavoratori e datori di lavoro, di cui 35 che svolgevano lavoro in nero o irregolare. Le attività ispettive hanno interessato il settore ittico (motopescherecci, pescherie e ambulanti abusivi), ma anche altre attività economiche legate alla costa (servizi di alloggio e ristorazione, noleggio nautico e cantieristica navale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA