Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Incidente nel cantiere: operaio edile cade dal ponteggio, volo da 4 metri. È grave. Salento, ancora tragedie sul lavoro

Salento, altro incidente sul lavoro: operaio edile cade dal ponteggio di 3 metri
Salento, altro incidente sul lavoro: operaio edile cade dal ponteggio di 3 metri
di Katia PERRONE
2 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Giugno 2022, 10:47 - Ultimo aggiornamento: 25 Giugno, 15:28

Un altro incidente sul lavoro nel Salento dopo i diversi episodi che stanno contraddistinguendo queste settimane. Stavolta è successo a Merine di Lizzanello, in via Delle Camelie. Un operaio edile, è caduto da un ponteggio alto circa 3 metri. È stato immediatamente trasportato in ospedale al Vito Fazzi di Lecce in codice rosso.

Dalle prime ricostruzioni, sembra che l'uomo stesse facendo dei lavori di manutenzione in casa. L'operaio, un 59enne di Lizzanello, ha riportato un grave trauma cranico. Soccorso dai sanitari del 118 è stato trasportato in ospedale ed è ricoverato nel reparto di Rianimazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli ispettori dello Spesal.

Gli ultimi casi

A Lecce, in via Parini all'interno del civico 3, solo qualche giorno fa è morto un signore di 72 anni, Donato Marti: l'uomo originario di Avetrana (in provincia di Taranto) è caduto da un terrazzo dall'altezza di circa 5 metri. Si è trattato della terza vittima che si registra in provincia di Lecce nel giro di 50 giorni.

L'ultimo report mensile dell'Inail fornito da Cgil Lecce, è fermo al mese di aprile. Al momento ufficialmente sono 1.745 gli infortuni sul luogo di lavoro registrati in provincia di Lecce dall'inizio dell'anno (quasi 500 in più rispetto ai 1261 registrati nel 2021). Fa riflettere - secondo la Cgil - il dato regionale sull'età delle vittime: oltre il 20 per cento del totale degli infortuni vede coinvolti lavoratori che hanno più di 55 anni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA