Salento, chiuso panificio “abusivo”: niente autorizzazione edilizia né licenza e gravi carenze igienico-sanitarie

Mercoledì 25 Maggio 2022

Gravi criticità a livello igienico-sanitario e non solo. Per questo i carabinieri del Nas hanno proceduto alla chiusura di un panificio in provincia di Lecce contestando una sanzione amministrativa di 3mila euro.

I controlli e il provvedimento

I carabinieri del Nas di Lecce, nell’ambito dei controlli finalizzati alla tutela della salute dei consumatori, hanno svolto nel Salento un controllo presso un panificio riscontrando gravi carenze strutturali ed igienico sanitarie nonché l’assenza di qualsiasi autorizzazione\registrazione dello stabilimento alimentare dedito alla produzione e vendita di prodotti da forno.

Attività svolta in totale assenza di procedure di autocontrollo” si legge nel comunicato dei carabinieri: al fine di scongiurare il pericolo per la salute pubblica, veniva contestualmente interessata l’autorita competente, Asl Lecce–servizio igiene alimenti e nutrizione che disponeva l’immediata cessazione dell’attività. Le sanzioni amministrative contestate sono stati pari a 3.000 euro.

Si tratta di un forno completamente abusivo: mancavano, cioè, sia le autorizzazioni edilizie che la licenza. «Si trattava peraltro - spiegano i carabinieri - di una struttura molto vecchia e assolutamente non corrispondente agli attuali standard di produzione». Per riaprire, la famiglia che gestiva l'attività dovrà ora mettersi in regola. 

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 00:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA