Salento, case-vacanze sul pendio della costa: 17 sequestri, 35 indagati

Mercoledì 18 Maggio 2022
I carabinieri Forestali durante i sequestri a Marittima di Diso

Case-vacanze sul pendio della costa di Cala dell'Acquaviva di Diso, una delle località più suggestive della parta adriatica del Salento: i carabinieri dei Forestali in queste ore stanno eseguendo un decreto di sequestro di 17 immobili, ritenuti abusivi dall'inchiesta condotta con il pubblico ministero della Procura di Lecce, Maria Vallefuoco.

«Lottizzazione abusiva»

Il decreto a firma del giudice per le indagini preliminari, Giulia Proto, sostiene che quell'area di circa 25mila metri quadrati denominata Marina dell'Aia sia sottoposta a vincolo paesaggistico e per questo agli indagati, 35 in tutto, viene contestata l'ipotesi di reato di lottizzazione abusiva.

Abusivismo edilizio boom: fino al 112% in più dei casi. Comuni, è caos condoni: 12.000 pratiche ferme

«Assenza di permessi»

Fra le contestazioni anche quella che l'Ufficio Tecnico di Diso avrebbe rilasciato dei permessi di costruire senza avere acquisito prima il parere della Sovrintendenza archeologica, Belle arti e Paesaggio, questo il fronte dell'accusa. E senza neanche sottoporre il piano chiamato come la località, Marina dell'Aia, a procedura di Valutazione ambientale strategica (Vas).

 

Sbancamenti

Ed ancora. Secondo le constatazioni fatte dal Nucleo investigativo di polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Lecce diretto dal tenente colonnello Andrea Tommasi, la quasi totalità delle opere presenterebbero irregolarità poichè realizzate con riporti e sbancamenti non consentiti in quell'area. Risulterebbe, inoltre, che sarebbero stati rilasciati permessi di costruire in zone ricadenti nel parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase" regolamentato dalla legge regionale che autorizza solo attività agricole, pastorali e forestali.

Il report della Regione: Salento maglia nera

Solo pochi giorni fa la relazione annuale della Regione ha posto il Salento in cima alla classifica degli abusi edilizi.

Ultimo aggiornamento: 21:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA