Salento, case popolari occupate da "morti". Esposto del Movimento Cinque Stelle

Foto d'archivio
Foto d'archivio
4 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Marzo 2022, 10:44

Case popolari "occupate" da morti. Accade a Muro Leccese e la denuncia arriva dal deputato del Movimento Cinque Stelle Leonardo Donno che ha segnalato quattro casi riguardanti altrettanti alloggi di edilizia residenziale pubblica, tutti in via Pascoli. Una segnalazione che si traformerà in un esposto che nelle prossime ore sarà depositato in Procura.

Il caso di Muro Leccese

Il deputato ha ricevuto una nuova segnalazione anonima che accende un secondo faro sulla vicenda delle occupazioni abusive di alloggi popolari in provincia di Lecce. Dopo il caso Galatina, finito in un esposto in Procura e segnalato al Prefetto Maria Rosa Trio, adesso è la volta di Muro Leccese. Il deputato ha allertato Comune e Comando di Polizia Locale su quanto gli è stato segnalato, anche questa volta tramite una lettera dettagliata recapitatagli presso la sede info-point del Movimento nella sua città, Galatina.

La lettera oltre alla denuncia dello stato di degrado in cui versano alcuni immobili Arca Sud i cui legittimi assegnatari ormai risiedono in altre abitazioni, anche l'occupazione abusiva di alloggi con proprietari residenti altrove o perfino morti senza che nessuno abbia mai proceduto alla conseguente riassegnazione dell'abitazione in loro possesso. 

«Case popolari, sgomberi fermi e amministrazioni inadempienti»: denuncia di Donno in Procura

Quattro i casi presi in esame, riguardanti altrettanti alloggi di edilizia residenziale pubblica, tutti in via Pascoli. In due casi i legittimi assegnatari sarebbero deceduti da tempo e, da allora, entrambi gli immobili risulterebbero vuoti e mai concessi ad altri aventi diritto, questi ultimi parcheggiati vanamente in graduatoria. Negli altri due casi, le famiglie assegnatarie vivrebbero altrove da anni (in un caso persino fuori regione). Avrebbero abbandonato gli alloggi senza mai riconsegnare le chiavi dei rispettivi immobili. 

«Case popolari, si attivi il prefetto»: in campo i consiglieri 5Stelle di dieci Comuni


Nella nota informativa inviata da Donno al Comune e al Comando di Polizia Locale di Muro Leccese, oltre che al Prefetto Trio per conoscenza, il deputato rimarca che «in data 9 gennaio 2021 aveva sollecitato tutte le Amministrazioni locali, tra cui anche il Comune di Muro Leccese, a predisporre gli opportuni accertamenti in merito al numero elevato di occupazioni abusive emerse nei singoli territori della provincia di Lecce, chiedendo contezza del numero preciso di immobili occupati sine titulo e delle procedure di decadenza. Richiesta - precisa però - rimasta inevasa».   

 
Il deputato pentastellato chiede dunque che si indaghi anche su Muro Leccese. In primis per verificare che quanto scritto corrisponda al vero. Laddove così fosse, l'ulteriore richiesta è quella di porre fine «ad un'inerzia inaccettabile e ingiusta - rimarca Donno - sulla pelle di chi ha bisogno e confida ancora nella giustizia». 

Cresce l'esercito di abusivi: oltre 400 alloggi occupati

«Questa battaglia che conduco dal mio insediamento – sottolinea Donno - non intende lasciare per strada la povera gente. Bisogna analizzare e agire caso per caso, di concerto con i Servizi Sociali di ogni amministrazione: questo mi aspetto, questo si aspettano i cittadini. È dovere delle Istituzioni, proprio a tal fine, farsi garante dei diritti di tutti. L'immobilismo amministrativo non è mai accettabile, ancor meno se è alle prese con un fenomeno delicato e radicato come quello dell'emergenza abitativa.  Ecco perché  ai cittadini dico: datemi una mano, cosi come state già facendo. Continuate a segnalarmi queste criticità, anche in forma anonima. Io - promette Donno - mi farò portavoce delle vostre istanze e farò tutto ciò che è in mio potere per contribuire alla risoluzione di questa problematica e, soprattutto, al ripristino della legalità e della giustizia sociale».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA