Salento, 12enne in monopattino elettrico travolta da un'auto. L'allarme

Salento, 12enne in monopattino elettrico travolta da un'auto. L'allarme
di Katia PERRONE
4 Minuti di Lettura
Domenica 29 Maggio 2022, 17:56 - Ultimo aggiornamento: 30 Maggio, 08:50

Forse non si è fermata allo stop, oppure un momento di distrazione non le ha permesso di notare l'auto che sopraggiungeva in quel momento. Così una ragazzina di 12 anni è stata investita nel pomeriggio, mentre attraversava l'incrocio fra via Pisanelli e via Verdi a Surbo, nel Salento, a bordo di un monopattino elettrico che - dalle regole attualmente in vigore - non avrebbe potuto guidare, vista l'età.

L'auto, una Fiat Punto, si è subito fermata. La ragazzina ha riportato delle ferite a una caviglia e per questo è stata trasportata in ospedale da un’ambulanza del 118 giunta sul posto insieme agli agenti della Polizia locale di Surbo, dopo la richiesta di soccorso da parte di alcuni residenti. 

Non si tratta del primo incidente che ha visto coinvolto un monopattino nel Salento, anzi. Mesi fa perse la vita una 13enne, a bordo del veicolo a due ruote elettrico insieme a un'amica. I dati raccolti da Asset, l'agenzia regionale per i trasporti, non sono incoraggianti: il trend dei sinistri con monopattino è in aumento e la fascia più a rischio è proprio quella dei giovanissimi. Perché questi mezzo sono certamente meno inquinanti, ma anche poco sicuri.

Ideato come un'alternativa economica, ma soprattutto maggiormente sostenibile per l'ambiente, il mezzo elettrico a due ruote è finito sotto accusa per la scarsa sicurezza stradale riscontrata, a fronte di un'elevata velocità. Diversi gli incidenti stradali che hanno coinvolto i monopattini nell'ultimo anno, alcuni anche con esiti tragici per i giovani conducenti.

Il report

Non è esente Lecce, dove nell'ottobre 2021 ha perso la vita una 13enne. Pericolosità del mezzo confermata anche dai numeri. Secondo i dati elaborati da Asset per il 2021, la fascia d'età dei conducenti di monopattini maggiormente coinvolta in sinistri stradali è stata quella compresa tra i 18-24 anni (28,3%), seguita dalla fascia d'età compresa tra i 30 e 44 anni (25,0%) mentre i minorenni coinvolti rappresentano soltanto l'11,6%, ma costituiscono la categoria più esposta negli incidenti che riguardano le bici elettriche (35,1%) e i ciclomotori (38,0%). Inoltre, andando a guardare i cosiddetti utenti deboli della strada - cioè i pedoni, le persone a bordo di monopattini, i ciclisti e i motociclisti - dal report di Asset si evince come a Lecce gli incidenti con un pedone coinvolto siano stati 56 ed abbiano causato due morti e 61 feriti, quattro gli incidenti che hanno coinvolto persone a bordo di un monopattino (cinque i feriti), 68 gli incidenti che hanno coinvolto un ciclista, con due morti e 70 feriti.

Dati che non lasciano tranquilli e continuano a suscitare perplessità e dubbi rispetto alle esigenze di sicurezza. La rivoluzione dei monopattini anche a Lecce (sia privati che a noleggio), nei prossimi mesi dovrà misurarsi con le nuove regole per l'uso: il divieto di parcheggio sui marciapiedi, la previsione di apposite aree di sosta, la riduzione della velocità massima da 25 a 20 chilometri, la confisca del mezzo nel caso di modifiche che aumentino le prestazioni e l'introduzione di frecce e luce di stop posteriore (da luglio 2022 per tutti i nuovi mezzi, da gennaio 2024 per i mezzi già in circolazione). Nessun obbligo di targa e sul casco, che invece rimane limitato solo fino a 14 anni e nessun divieto di circolazione notturna.

(Ha collaborato Andrea Tafuro)

© RIPRODUZIONE RISERVATA