Con l'auto contro un muro dopo il furto al supermercato: gravi due ventenni

Sabato 5 Ottobre 2019 di Valeria BLANCO

Rubano 280 euro in monete, fondo cassa del supermercato che avevano preso di mira. Rintracciati e inseguiti dalla Polizia, finiscono prima fuori strada e poi in ospedale, dove sono tuttora ricoverati. Notte brava per tre giovani di 35, 21 e 22 anni, tutti di Casarano, che nella notte tra venerdì e sabato hanno preso di mira il supermercato Di Meglio di via I maggio, a Presicce. L'allarme è scattato attorno alle 4.30 e sul posto è arrivato un vigilante della Folgore che ha riscontrato come la grata fosse stata forzata e il portone del supermercato sfondato. All'interno, anche la porta dell'ufficio era stata sfondata e dal cassetto - come poi ha confermato il titolare del supermercato, giunto sul posto poco dopo - mancavano alcune buste che contenevano monete di vario taglio per circa 280 euro. L'ufficio, nella frenetica ricerca di denaro e altri oggetti di valore, era stato messo a soqquadro, con cassetti divelti e documenti gettati a terra alla rinfusa.
Sul posto, allertati dalla centrale operativa dell'istituto di vigilanza, sono arrivati i carabinieri della stazione di Alessano e gli agenti del commissariato di Taurisano, questi ultimi guidati dal vicequestore Salvatore Federico.

Nel frattempo, una pattuglia del commissariato che era impegnata nel controllo del territorio nelle strade di Presicce, messa al corrente del furto perpetrato pochi minuti prima, ha notato una Mercedes di colore scuro che si aggirava in paese in maniera sospetta e ha provato a fermarla per effettuare un controllo più approfondito.
Gli agenti hanno intimato l'alt ma gli uomini a bordo dell'auto si sono dati a una precipitosa fuga. Ne è nato un inseguimento spericolato, perché la Mercedes, nel tentativo di dileguarsi, ha percorso alcune strade di Presicce anche in senso vietato, svoltando infine in direzione di Specchia a velocità sostenuta.

A questo punto, l'imprevisto: proprio all'ultimo tornante di una strada caratterizzata da diverse curve, l'autista della Mercedes ha perso il controllo dell'auto, andando a sbattere con violenza contro un muretto a secco. Il guidatore, ferito, - poi identificato come I.M. 35 anni, di Casarano, è uscito dall'abitacolo e ha dichiarato di arrendersi, chiedendo aiuto agli agenti per le altre persone che erano all'interno dell'autovettura. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, che hanno estratto i due dalle lamiere: si tratta di M.C. 21 anni e A.M., 22 anni, anche loro di Casarano. Poi le ambulanze del 118, che hanno trasportato a sirene spiegate i tre feriti nell'ospedale di Tricase, dove sono arrivati in codice rosso a causa dei traumi e delle ferite riportate nello schianto.

All'interno della Mercedes i poliziotti hanno ritrovato il denaro rubato poco prima e arnesi da scasso: la refurtiva è stata riconsegnata al titolare del supermercato di Meglio, mentre gli attrezzi sono stati posti sotto sequestro. I tre malviventi si trovano tuttora ricoverati in ospedale: due di loro, i più gravi, hanno ricevuto dai medici una prognosi di trenta giorni. Tutti e tre sono stati denunciati per i reati di furto aggravato, resistenza a Pubblico ufficiale e per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre, 11:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA