Photored, 185 multe al giorno nel primo mese. Ma solo il 13% riguarda chi è passato col rosso al semaforo. Il caso a Lecce

Giovedì 8 Aprile 2021

Photored, nove multe su dieci sono scattate per errata canalizzazione. Tradotto: l'86,84% del totale delle sanzioni elevate con questi strumenti elettronici installati in corrispondenza dei semafori riguarda chi si immette sulla corsia sbagliata, magari per evitare la coda. Nel primo mese di funzionamento dei nuovi 12 photored installati a Lecce, sono state fatte 5.571 multe. Di queste - comunica il consigliere Pd, Antonio Rotundo in una nota - «ben 4.838 sono per errata corsia. Un dato davvero enorme in presenza di zona arancione con traffico solo locale. Porterò la questione alla prossima seduta del consiglio comunale» annuncia il consigliere. Perché oltre a dire molto della condotta degli automobilisti leccesi in città, questo dato racconta anche della percezione e del rispetto delle misure di contenimento del contagio volute dal Governo per fermare la corsa del Covid-19. Misure che - vuoi per esasperazione, dopo un anno di pandemia, vuoi per scarso senso civico - non hanno fatto presa sui leccesi, non come è avvenuto nel corso del primo lockdown  2020.

I nuovi incroci “coperti” da photored sono quelli fra viale Rossini, via Merine e viale Regina Elena. Due dispositivi si trovano all'incrocio di viale Giovanni Paolo II, via Cavoti e via Stano. Un altro fra via Ugo Foscolo e via Argento ed esattamente lungo la direzione per Brindisi con svolta a destra su via Argento e in direzione per Leuca con svolta a sinistra verso via Argento. Ancora: altri due dispositivi per il rilevamento delle infrazioni si trovano all'intersezione tra viale Giuseppe Grassi e via Lequile. Photored anche all'incrocio tra viale Giuseppe Grassi e via Vecchia Carmiano, sia in direzione Galatina, con svolta a destra verso Carmiano e a sinistra verso piazzale Rudiae, che in direzione Brindisi con svolta a sinistra verso Carmiano e svolta a destra per piazzale Rudiae. Infine è controllato anche il passaggio tra viale Grassi, via Massaglia e via Monteroni.

Nel primo mese di attivazione dei photored - fra il 19 gennaio e il 20 febbraio - le multe per passaggio con il rosso sono state 733 mentre quelle per errata canalizzazione sono state 4838. «Mentre è condivisibile l'attività di accertamento per sanzionare chi passa con il rosso perché risponde alla necessità di garantire la sicurezza - scrive Rotundo nella nota - ritengo che avere esteso l'utilizzazione dei photored abbia determinato una situazione sui cui risvolti è necessario intervenire con urgenza per fermare quella che appare una vera e propria trappola per migliaia di nostri concittadini colpevoli non del passaggio con il rosso, ma del superamento a volte anche modesto della linea di canalizzazione delle corsie. Sottolineo ancora una volta che il contratto sottoscritto dal Comune prevede il controllo automatico solo del passaggio con il rosso. Questa raffica di multe si è abbattuta di fatto sugli automobilisti della nostra città, perché nel periodo considerato essendoci il divieto di spostamento fuori dal proprio comune, a causa della zona arancione in vigore dal 17 gennaio scorso, in città c'è stato solo traffico locale».

Ultimo aggiornamento: 9 Aprile, 12:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche