Ubriachi dopo il ristorante: il 118 soccorre un gruppo di giovani nel parcheggio

Domenica 13 Giugno 2021

Il bilancio è di 7 ragazzi poco più che ventenni soccorsi per intossicazione. Il 118 è intervenuto intorno alla mezzanotte di ieri, nell’area parcheggi del ristorante "Soqquadro" di Gallipoli al termine di una cena organizzata nel locale e le ambulanze sono giunte dagli ospedali di Gallipoli, Ugento e Lecce. Ma altri ragazzi sono stati accompagnati in ospedale anche con la propria auto. 

L'intossicazione da alcolici dopo la cena al ristorante

A quanto si apprende l'intossicazione non sarebbe dovuta al cibo consumato nel locale ma all'ingestione di alcol. In pratica, i ragazzi avrebbero alzato troppo il gomito già durante la cena con buona probabilità. Si erano, infatti, ritrovati a tavola per festeggiare un evento privato. Ma non è escluso che il "party" a base di alcolici sia proseguito anche fuori dal ristorante, proprio nell'area parcheggio dove poi i ventenni hanno accusato i primi malori e sono stati soccorsi dal 118. In un primo momento si era ipotizzato che la festa privata a base di alcolici si fosse tenuta all'interno della discoteca "Praja" a Baia Verde. In realtà, con l'episodio in questione il club non ha nulla a che fare. «La Praja è ancora chiusa - fa chiarezza sul punto il titolare del locale Pierpaolo Paradiso - A essere aperto al pubblico è, invece, il ristorante Soqquadro che è adiacente la discoteca». Lo stesso locale nel quale ieri sera era stata organizzata una cena-spettacolo con musica da ascolto. «Già prima della mezzanotte, tuttavia, per via del coprifuoco la musica si è spenta e i clienti hanno lasciato il ristorante - aggiunge Paradiso - E io stesso mi sono trattenuto sino all'una per consentire al personale di completare le operazioni di pulizia e chiusura ma non mi sono state segnalate situazioni anomale». 

Le condizioni dei giovani

Pur risultando intossicati almeno in 7, le condizioni dei giovani al momento non sembrano gravi. Nessun caso di coma etilico accertato fortunatamente. Anzi, dopo la notte di eccessi la maggior parte sarebbe già tornati a casa dopo essere stati sottoposti alle cure dei sanitari.

Ultimo aggiornamento: 22:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA