Pronto soccorso in affanno il "Fazzi" chiede aiuto: «Un medico dal Ferrari»

Lunedì 16 Maggio 2022 di Enzo SCHIAVANO

Altra richiesta di trasferire un medico anestesista dall'ospedale Ferrari di Casarano al Fazzi di Lecceche mette in risalto i gravissimi problemi di carenza di personale. La richiesta è partita giovedì scorso e riguardava la disponibilità di un anestesista dal prossimo primo giugno. Il provvedimento, firmato dal Coordinatore dipartimentale di Anestesia e Rianimazione dell'Asl di Lecce, Giuseppe Pulito, precisa di «trasformare una guardia notturna dedicata alla sala operatoria del Ferrari in pronta disponibilità integrativa alla guardia di rianimazione».

Puglia, mancano medici per il 118, la circolare: «Infarto o trauma, le istruzioni salvavita si danno per telefono»

La richiesta e le motivazioni

In sostanza si chiede di dimezzare le guardie notturne del presidio di urgenza/emergenza con gravi conseguenze sull'utenza. Le motivazioni addotte dal capo dipartimento sono legate alla carenza di specialisti di Anestesia e Rianimazione, «rimasta irrisolta a causa dell'esiguo numero di unità reclutate a conclusione della procedura concorsuale e delle borse di studio specialistiche andate deserte». Sarebbe la terza richiesta del genere che Pulito inoltra alla direzione sanitaria del Ferrari e probabilmente non otterrà, come nelle precedenti occasioni, l'autorizzazione da parte della direttrice, Gabriella Cretì, in quanto questa decisione esporrebbe l'utenza del Ferrari, ma anche gli stessi medici in reperibilità, a rischi concreti. Nell'ipotesi di una doppia urgenza notturna, infatti, una circostanza abbastanza frequente, in sala operatoria e rianimazione si potrebbero riscontrare problemi per i pazienti, perché il secondo medico non sarebbe più in loco, ma risulterebbe in pronta disponibilità e questo significa che prima di raggiungere il Ferrari passerebbe diverso tempo che, in nei casi di urgenza/emergenza, sarebbero decisivi, senza tenere conto dei rischi per lo stesso medico per arrivare in ospedale il più presto possibile.

 

L'assessore Palese

La disposizione di Pulito arriva dopo l'intervento dell'assessore alla Sanità, Rocco Palese, del 24 marzo scorso. «In riferimento alle gravi criticità organizzative riscontrate presso i Pronto soccorso della Regione Puglia aveva detto Palese - i direttori generali delle Asl, considerata la significativa carenza di personale medico, dovranno impartire ordini di servizio per la copertura dei turni in Ps». L'assessore regionale alla Sanità era intervenuto dopo l'appello del primario del Fazzi, Silvano Fracella, che aveva chiesto personale in pronto soccorso perché «sono in servizio solo 19 medici, mentre dovrebbero essercene 32». Ma anche il Ferrari da tempo è in situazione di gravissima carenza di personale medico specializzato. L'unità delle sale operatorie ha in organico solo 5 medici, di cui 3 tra poco saranno in pensione. Stessa situazione in Rianimazione: solo 5 medici quando la pianta organica ne prevede il doppio. Rianimazione del Ferrari che sta per raddoppiare i posti letto da 4 a 8. I relativi lavori di ampliamento, infatti, sono già stati appaltati, ma sono fermi e non si dà l'autorizzazione ad aprire il cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA