Preparazione all'Università: ecco tutte le scuole al top

Venerdì 8 Novembre 2019 di Maurizio TARANTINO

Sono a Copertino, Lecce e Casarano le scuole d'eccellenza per la formazione universitaria.
A certificarlo, l'edizione 2019 della rilevazione Eduscopio, realizzata dalla Fondazione Giovanni Agnelli. Copertino è al primo posto per l'indirizzo Classico dove si afferma, con un balzo di cinque posizioni, il primato del Don Tonino Bello, capace di scalzare un'istituzione come il Palmieri di Lecce. Il capoluogo si rifà con le due prime posizioni della classifica riguardante lo Scientifico: in testa il Banzi Bazoli che mantiene il primato conquistato lo scorso anno, mentre al secondo posto sale il De Giorgi, facendo scivolare il Da Vinci al terzo posto del podio. Per l'indirizzo Linguistico, invece il ranking premia Casarano con la conferma, al vertice del Vanini di Casarano, seguito dal Capece di Maglie, mentre in terza posizione c'è il Quinto Ennio di Gallipoli.

 

Il report punta a comprendere la validità della formazione scolastica superiore una volta che gli studenti sono approdati nel mondo delle università. Gli analisti di Eduscopio hanno cercato di ricostruire la carriera universitaria dei diplomati, organizzando i dati sulla base dell'indice Fga, che dà lo stesso peso alla media dei voti e alla percentuale di esami superati. L'idea di fondo del progetto Eduscopio è quella di valutare gli esiti successivi della formazione secondaria, cioè i risultati universitari e lavorativi dei diplomati, per trarne delle indicazioni di qualità sull'offerta formativa delle scuole da cui essi provengono. Per farlo vengono utilizzati i dati amministrativi relativi alle carriere universitarie e lavorative dei singoli diplomati raccolti dai Ministeri competenti. A partire da queste informazioni vengono costruiti degli indicatori rigorosi, ma allo stesso tempo comprensibili a tutti, che consentono di comparare le scuole in base ai risultati raggiunti dai propri diplomati.

LEGGI ANCHE: Il primato del Presta Columella: il 58% trova lavoro in due anni

Per i percorsi universitari dei diplomati, si guarda agli esami sostenuti, ai crediti acquisiti e ai voti ottenuti dagli studenti al primo anno di università, quello maggiormente influenzato dal lavoro fatto durante gli anni della scuola secondaria. Questi indicatori riflettono la qualità delle basi formative, la bontà del metodo di studio e l'utilità dei suggerimenti orientativi acquisiti nelle scuole di provenienza. Ma anche gli studenti che arrivano regolarmente alla maturità senza essere bocciati. 
In provincia di Lecce, rispetto alle classifiche dello scorso anno, le scuole al top confermano il loro trend anche se alcuni risultati sembrano notevoli come appunto il vertice al Classico del Don Tonino Bello solo quinto nel 2018 con un indice positivo di 68,63, superiore a quello del Palmieri con 67,71 (69,46 lo scorso anno), e del Quinto Ennio che raggiunge i 67,17 punti (67,72). A seguire il Capece di Maglie con 67,06 (68,04) e il Colonna di Galatina.
Rivalsa del capoluogo nello Scientifico: al primo posto si conferma il Banzi Bazoli con 73 (73,54), secondo il De Giorgi con 72,59 (73,54) che guadagna una posizione, terzo il Da Vinci che scivola dal secondo posto con 71,47 (73,03). A seguire lo Stampacchia di Tricase, il Vallone di Galatina e il Quinto Ennio di Gallipoli.
Nel settore Scienze applicate dello Scientifico spicca il primo posto del Trinchese di Martano che raggiunge 81,85, seguito dal Salvemini di Alessano con 74,38 e da Medi di Galatone con 65,19.
Per l'indirizzo Linguistico classifica pressoché invariata negli ultimi due anni. Sul podio si conferma il Vanini di Casarano che ha un indice di 70,36 (73), seguito dal Capece con 67 (64,1) e dal Quinto Ennio di Gallipoli che scalza il Siciliani. Disfida che si ripete nel settore Scienze Umane dove il Quinto Ennio di Gallipoli raggiunge l'indice di 57,12, togliendo il primo posto al Siciliani con 55,91 (60,29) poi il Liceo di via Ruffano a Casarano con 53,23, il Galilei di Nardò con 51,9 e l'Aldo Moro di Maglie con 50,83. Nel settore Economico sociale delle Scienze Umane, primeggia il Siciliani di Lecce con 59,4, il Galilei di Nardò con 47,61 e il Liceo di via Ruffano a Casarano con 39,31. Al primo posto del Tecnico Economico c'è una scuola di Maglie, il Cezzi De Castro Moro con 54,25 (53,27) che si appropria del primato del De Viti De Marco sprofondato al sesto posto 46,6 (54,17). Al secondo e terzo posto, due scuole di Lecce, il Galilei Costa con 50,96 e l'Olivetti con 49,14. A seguire il Salvemini con 48,2 (53,04) e il Laporta di Galatina con 46,45. Per il Tecnologico, sale al primo posto il Vanoni di Nardò con 62,5, poi il Galilei Costa di Lecce con 55,32 (56,64) e quindi l'ex capolista, il Meucci di Casarano con 55,17 (57, 06).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 18:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA