«La società Navita non è stata mai raggiunta da interdittive»
Zurlo: da 20 anni nessun legame con il padre: è incensurato

«La società Navita non è stata mai raggiunta da interdittive»
Zurlo: da 20 anni nessun legame con il padre: è incensurato
In riferimento all’articolo pubblicato da Quotidiano in cui è scritto testualmente “Sotto la lente della prefettura e del Gruppo Interforze Antimafia sono finiti anche i rapporti d’affari e societari che l’impresa aveva con altre aziende destinatarie di interdittive antimafia, dalla Camassambiente Spa di Bari alla Navita di Modugno, costituita dal 20% dalla Ariete società cooperativa di produzione e lavoro, anch’essa raggiunta da interdittiva antimafia”, si precisa che la notizia è del tutto destituita di fondamento: la Navita srl di Modugno non è stata mai raggiunta da alcuna interdittiva antimafia e opera regolarmente con diversi enti pubblici. Circa la irrilevante partecipazione di Ariete nella compagine societaria, si fa presente che il Tar Bari ha sospeso l’interdittiva antimafia e, in virtù dell’ordinanza 1/2018 del Tribunale di Bari, che ha accolto l’istanza di controllo giudiziario presentata dalla stessa, è iscritta regolarmente nella white list della Prefettura di Bari operando pertanto senza alcuna restrizione in diverse commesse pubbliche in tutta Italia.


Riceviamo dall’avvocato Francesco Sabatelli e pubblichiamo:
Sempre nell’articolo pubblicato l’altro ieri su Quotidiano il signor Giuseppe Zurlo, avendo come unica “colpa” quella di essere figlio di un uomo, Vincenzo Zurlo, che 30 anni fa si presume sia stato vicino ad ambienti della criminalità organizzata, viene messo in maniera abbastanza velata, e perciò “subdola”, nel calderone dei soggetti vicini agli ambienti mafiosi. Zurlo, come è noto alla comunità ostunese, non ha rapporti da almeno 20 anni con il padre, è soggetto incensurato e mai sospettato di appartenenza ad alcun clan, e lavora onestamente dall’età di 20 anni come potrei provarle dal suo estratto contributivo Inps. Lo stesso risulta assunto solo quale operatore stagionale dalla Gial Plast in ragione dei suoi titoli professionali e dei suoi carichi familiari, avendo ben 3 figli, una delle quali ormai maggiorenne.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 22 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento: 20:27