Porto Cesareo, riunione “politica” sulla spiaggia per Di Maio ed Emiliano. Con loro anche Boccia. Amati: «Piena crisi afgana, ministro in vacanza»

Lunedì 16 Agosto 2021 di Francesco DE PASCALIS

Il bagnasciuga del Togo Bay, noto stabilimento di Porto Cesareo, come un grande e refrigerante "transatlantico". Lo sfondo, però, è stato il turchese e cristallino Jonio. Ferragosto salentino per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e la compagna Virginia Saba. Il componente dell'esecutivo Draghi è stato avvistato in spiaggia, a chiacchierare con l'ex collega di Governo Francesco Boccia - anch'egli insieme alla moglie, Nunzia De Girolamo - e con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, affiancato dalla compagna Elena Laterza.

Ognuno con il suo ombrellone a gustarsi la giornata di relax, bagni e tintarella e conversare sugli scenari prossimi di politica nazionale e regionale. Un'immagine che non è sfuggita ai clic indiscreti dei cellulari dei bagnanti e agli amanti del gossip politico. E ai politici, come il consigliere regionale Fabiano Amati che ha scritto un post critico sulla sua pagina facebook.

La giornata è trascorsa tra una nuotata tutti insieme e un po' di tintarella. A pranzo hanno ordinato tutti il panino con il polpo e sfizierie dello Jonio innaffiate da vino locale e birre artigianali salentine. Poi gelato, relax e bagno al tramonto. Nel mezzo discorsi vari su elezioni amministrative, alleanze politiche e azioni di governo.

Ultimo aggiornamento: 17 Agosto, 09:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA