Piano traffico per Natale, il Codacons attacca: «Sarà il caos». L'assessore: «Associazione assente alle riunioni»

Piano traffico per Natale, il Codacons attacca: «Sarà il caos». L'assessore: «Associazione assente alle riunioni»
di Stefania DE CESARE
5 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 19:52

Piano traffico per Natale: botta e risposta tra Codacons e il Comune di Lecce. L’associazione dei consumatori attacca: «Ci sarà il solito caos di automobili. Replicare il modello Roma». Ma l’assessore Marco De Matteis non ci sta: «Se avessero partecipato a tutte le riunioni avrebbero appreso per tempo i provvedimenti adottati».

Navette gratuite e strisce blu a pagamento


A Lecce il piano per il traffico per le festività natalizie, che prevede navette gratuite per il centro storico e strisce blu a pagamento anche la domenica e festivi, debutterà solo la prossima settimana ma intanto in città è già polemica.
L’associazione in difesa dei consumatori interviene a gamba tesa attaccando il pacchetto di misure, approvate ieri in giunta, e pensate dall’amministrazione per gestire la circolazione veicolare durante le settimane di festa.  

I rilievi del Codacons
 


«Come ogni anno il periodo natalizio si preannuncia foriero non solo di shopping ma anche di caos – sottolinea Codacons Lecce -. Come ogni anno il Comune di Lecce ha predisposto un “fantasmagorico” piano del traffico che alla fine garantirà sostanzialmente il solito caos di automobili bloccate per le vie della città durante le ore di punta. La novità di quest’anno per le festività Leccesi è che anche il parcheggio a 0,60 centesimi/ora sarà a pagamento per tutti i giorni delle feste e per tutto il periodo di Natale affidandosi, se possibile, ai santi parcheggi interrati di viale De Pietro che sono considerati la soluzione di tutto. Per il resto chiusure modulari alla bisogna senza alcuna programmazione e sulla base delle esigenze, scarsa informazione all’utenza che affollerà come al solito le vie del centro nella spasmodica ricerca di un parcheggio che il più delle volte non si troverà se non davanti ai passi carrai, sulle strisce pedonali, sugli angoli e ovunque vi sia uno strapuntino con buona pace di vigili urbani che lungi dal guidare e regolamentare i flussi veicolari saranno chiamati agli straordinari come esattori di multe e gabelle». 
L’associazione ha suggerito all’amministrazione di replicare il piano traffico messo a punto dal Comune di Roma e che prevede bus gratuiti su tutta la rete per i giorni 8, 11, 18 e 24 dicembre e bus gratuiti su alcune linee da e per il centro per tutto il periodo delle festività natalizie, sconti e promozioni su tutti i mezzi di car sharing, taxi e ncc a prezzi scontati, allargamenti degli orari di servizio dei trasporti pubblici nei giorni speciali quali Natale e Capodanno.

«Dinanzi alla prospettazione di mettere a pagamento anche le zone tariffate a 0,60 centesimi – aggiunge il Codacons - avevamo avanzato la proposta, inascoltata, la gratuità se non di tutti i bus almeno di alcune linee principali (oltre a quelle navetta da e per i parcheggi di interscambio), e la possibilità, respinta al mittente, di chiusura di alcune vie della città o di potenziare al massimo le zone Ztl, chiedendo anche adeguata pubblicità ed informazione sulle iniziative prese  per dare chiare informazioni ai cittadini ed evitare i giri della speranza al centro come in periferia. Si era evidenziata, anche qui non preso sul serio, la necessità di una seria programmazione dei flussi veicolari soprattutto nell’ingresso a Piazza Mazzini. Tutte proposte concrete, serie, valutate e soppesate che sono state semplicemente respinte al mittente».

La replica dell'assessore
 


A stretto giro arriva la replica dell’assessore alla Mobilità Marco De Matteis: «Il piano della mobilità natalizia è frutto di un lungo percorso di condivisione e analisi delle esperienze degli anni scorsi che l’assessorato ha condiviso con le associazioni di categoria del commercio, dell’artigianato e dei consumatori fin da ottobre scorso. La prima riunione, tenutasi 24 ottobre, ha visto la partecipazione, tra numerose altre realtà, anche del Codacons. Dopo quella riunione l’amministrazione e le associazioni si diedero un nuovo appuntamento al quale portare osservazioni e proposte, da valutare insieme. Il 10 novembre, giorno della seconda riunione, il Codacons non pervenne. Da parte del Codacons abbiamo semplicemente ricevuto lo scorso 21 novembre una lettera protocollata che riporta gli stessi contenuti rimbalzati oggi sulla stampa. Se il Codacons avesse proseguito nella sua partecipazione alle riunioni, avrebbe certamente appreso per tempo i contenuti del piano mobilità». 

Cosa prevede il piano traffico
 


Nello specifico il piano traffico, in vigore dall’8 dicembre all’8 gennaio, prevede, ogni giorno, navette gratuite dai parcheggi di interscambio di Foro Boario, Settelacquare e via Bari dalle 18. Il servizio terminerà alle 23 nei feriali e alla 1 nei fine settimana. Un’altra area a parcheggio gratuita, in convenzione con Unisalento, sarà aperta in via Adua. Le domeniche e i festivi in tutta la città le strisce blu saranno a pagamento.
A partire dall’Immacolata, inoltre, sull’intera rete del trasporto pubblico locale non si pagherà il biglietto nei festivi, «e quindi per più giorni rispetto a quello che viene riferito come il Piano mobilità di Roma capitale – ha sottolineato De Matteis -. Sul pagamento della sosta nei festivi, il provvedimento ha due funzioni: scoraggiare la cosiddetta lunga sosta, con veicoli parcheggiati nei quartieri per molte ore di seguito, a danno delle attività commerciali e dei residenti, e garantire a Sgm le economie necessarie per sostenere la spesa delle navette e della gratuità del trasporto pubblico nei festivi. Sull’idea di modificare i sensi di marcia ad alcune vie in maniera improvvisa e durante un periodo di forte aumento della circolazione veicolare come quello natalizio, mi permetto di esprimere qualche perplessità. Così come sulla comparazione di realtà urbane tra loro molto diverse, come quella di Roma capitale e della nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA