Scuole chiuse, divieti di stazionamento e altoparlante con l'auto del Comune: un intero paese nella paura

Lunedì 25 Gennaio 2021 di maddalena mongiò

Allerta contagi e a Parabita crescono i timori. Il sindaco Stefano Prete ha emanato quattro ordinanze che di fatto colorano di rosso la cittadina del Basso Salento: scuole chiuse, divieto di stazionamento nelle piazze e nelle strade, mercato settimanale limitato ai generi alimentari, divieto di visita nelle case dei defunti e di cortei per l’accompagnamento del feretro. Il tutto ribadito dall’altoparlante di un’auto che, nelle ultime ore, ha percorso le strade di Parabita. Aria da prima ondata, insomma.

Nelle ordinanze è precisato che si tratta di misure urgenti. Fino al report Asl di venerdì scorso i contagiati erano 62 per un’incidenza di 7 positivi ogni mille abitanti molto superiore a quella provinciale che è del 2,6. Dopo un caso di contagio nella scuola media il sindaco ha ordinato la chiusura anche della primaria con gli alunni seguiranno le lezioni con la didattica a distanza, mentre rimangono aperte le scuole dell’infanzia. Non ci si potrà fermare a chiacchierare nelle piazze, nel parco comunale e nelle vie principali. Nel mercato settimanale potranno essere venduti solo prodotti alimentari. Stretta anche sui riti funebri fino al 15 febbraio con divieto di cortei a piedi e visite nell’abitazione del defunto e al cimitero, ad eccezione dei parenti stretti. 

 

Ultimo aggiornamento: 23:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA