La guerra dei pontili a Otranto: la Procura apre un'inchiesta

La guerra dei pontili a Otranto: la Procura apre un'inchiesta
Alla fine scende in campo anche la Procura. Aperta un’inchiesta sulla mancata rimozione dei pontili del porto di Otranto, per  i quali la Soprintendenza insiste a chiedere lo smontaggio in contrasto col Comune che invece vorrebbe lasciarli anche nella stagione invernale.
L’inchiesta è stata originata da una segnalazione fatta dalla stessa Soprintendenza. I pontili, che ancora oggi ospitano centinaia di barche, secondo la Soprintendenza sono di impedimento alla vista delle mura. Per il Comune, invece, privarsi di quelle strutture galleggianti in inverno è un danno per il porto e la città. Per evitare lo smontaggio, in Conferenza dei servizi è stato approvato nei giorni scorsi il nuovo progetto per il porto. Progetto che, però, la soprintendente Maria Piccarreta ha giudicato «irricevibile».
Insomma, la  “guerra” del porto è pronta ad investire anche gli uffici al secondo piano del Palazzo di Giustizia. L’inchiesta è ancora ai primi passi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 9 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:18