Fòcara, piano anti-terrorismo: città blindata e ingressi presidiati

Fòcara, piano anti-terrorismo: città blindata e ingressi presidiati
di Francesco DE PASCALIS
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Gennaio 2017, 13:46 - Ultimo aggiornamento: 22:23

Barriere antisfondamento agli ingressi di Novoli, che saranno costantemente monitorati e presidiati, e reti metalliche alte tre metri per delimitare l’area della Fòcara: Novoli si prepara all’edizione 2017 della Festa di Sant’Antonio Abate e al suo evento culmine, l’accensione della Fòcara di lunedì sera.
Entra in funzione già a partire da oggi - dopo l’approvazione da parte della commissione provinciale Pubblico spettacolo della Prefettura avvenuta ieri - il Piano traffico e d’emergenza predisposto per l’edizione 2017 della festa in onore di Sant’Antonio Abate. Il primo Piano che prevede misure antiterrorismo.

 

La sicurezza prima di tutto, dunque. Imponente. Prevista la bonifica dei mezzi pesanti (ad esempio quelli dei commercianti della bancarelle) che vorranno entrare nel perimetro interno del paese e un monitoraggio continuo della circolazione da parte delle forze dell’ordine. 
La predisposizione del Piano di sicurezza - progetto complesso e strutturato - è stata attuata dal Comune di Novoli di concerto con la Polizia Municipale diretta dal maresciallo Francesco Ruggio e dai suoi uomini, coadiuvati dai volontari delle Protezioni Civili salentine e da tutte le Forze dell’ordine. Il piano entrerà in funzione già dalla giornata odierna, dopo l’approvazione avvenuta ieri dalla Prefettura.
Unica la raccomandazione per permettere lo svolgimento in sicurezza di tutti gli eventi previsti: il rispetto delle norme e degli appositi spazi previsti per il pubblico, per i commercianti ed i diversamente abili nelle aree che saranno teatro di eventi e soprattutto in Piazza Tito Schipa, cuore pulsante e “bruciante” della Fòcara.

Previsto il posizionamento di barriere antisfondamento - che dovrebbero essere i classici “panerttoni” in cemento e le reti “orsogrill”- che già dalla mattinata di oggi bloccheranno tutti gli ingressi di Novoli. Diverse anche le postazioni di pronto soccorso e primo intervento oltre che di controllo dell’affluenza. 
Rinnovato da parte degli organizzatori l’invito, nei confronti di quanti hanno già deciso di programmare una visita all’evento, a lasciare la macchina a casa per arrivare a Novoli con i servizi predisposti grazie all’accordo con le Ferrovie del Sud Est, riproposto e riattivato nelle scorse ore. 

Implementati tutti i percorsi ferroviari: il Lecce-Novoli, il Guagnano-Novoli (con fermate a Campi e Salice Salentino). Attivata anche la tratta Copertino–Novoli, con fermata a Carmiano. I treni partiranno per Novoli già dalle 15 di lunedì 16 gennaio e proseguiranno le loro corse fino all’alba del 17. Giungeranno ogni 15-20 minuti presso la stazione ferroviaria novolese, altro sito monitorato con particolare dispiegamento di uomini e mezzi da parte delle forze dell’ordine, in quanto sita a pochi passi dal cuore della festa. 
Il piano prevede un massiccio dispiegamento di forze dell’ordine tra cui Vigili del Fuoco, Polizia, Carabìnieri e Guardia di Finanza, oltre a uomini in borghese che vigileranno e monitoreranno i luoghi sensibili e di maggiore afflusso. Oltre 300 le unità (compresi gli uomini dei servizi di vigilanza privata) che saranno impegnate per permettere a turisti e pellegrini di poter fruire in sicurezza di tutti gli spettacoli previsti.
Ultima incognita sarà il tempo. Per lunedì 16 infatti è prevista un’allerta meteo. Ma questo è un altro discorso e come tradizione, con ogni probabilità la Fòcara - pioggia o non pioggia - verrà accesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA