Non puoi pagare le tasse? Lavora gratis per il Comune

Giovedì 10 Ottobre 2019 di Rita DE BERNART
Uno strumento sociale per andare incontro a quei cittadini che i trovano in situazione di disagio economico e che mette i bisogni e le difficoltà delle persone al centro della macchina amministrativa.
Ad Alezio arriva il baratto amministrativo, approvato nell'ultimo consiglio comunale. D'ora in avanti sarà data la possibilità ai residenti, in condizione economiche disagiate, di essere esentati totalmente o parzialmente dal pagamento di alcuni tributi, come la Tari, in cambio dello svolgimento di lavori di pubblica utilità. «Uno strumento già utilizzato in altre realtà, che prima ad Alezio non c'era commenta il sindaco Andrea Vito Barone (nella foto)-. Voluto e varato da questa amministrazione coerentemente con quel programma elettorale per il quale la cittadinanza ci ha scelto». Per accedere all'agevolazione occorrerà presentare una serie di documenti: i requisiti fondamentali prevedono un Isee massimo di 6 mila euro e l'assenza di sentenze di condanna passate in giudicato per tutti i delitti contro la libertà personale e quelli comportanti l'incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione. Particolare vantaggio inoltre sarà dato ai cittadini in stato di disoccupazione e ai nuclei familiari con presenza di minori o persone con disabilità. Sarà possibile usufruire dell'esenzione totale o parziale del tributo fino a un massimo di 400 euro.
«L'amministrazione comunale Grande Alezio - continua Barone - ritiene fondamentale per il proprio percorso politico l'approvazione di questa misura. Stiamo passando, con estrema coerenza, dalle parole ai fatti in brevissimo tempo, lavorando con serietà e consapevolezza. Grazie all'impegno della maggioranza, ora i cittadini hanno uno strumento in più per attenuare il proprio disagio economico. A breve, con una delibera di giunta, specificheremo i tempi e i modi per l'applicazione della nuova misura». Tante le ricadute sociali di tale strumento che avvia un percorso di solidarietà, inclusione e cittadinanza attiva: «Coloro che non possono pagare un tributo conclude restituiranno il dovuto in una prestazione utile all'intera società poiché svolgeranno dei lavori di cui beneficerà l'intera comunità. Da un lato dunque queste persone avranno l'opportunità di essere esonerate totalmente o parzialmente dal versamento di una tassa e dall'altra aiuteranno la città ad essere più vivibile e bella».
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA