Nel portafogli 320 grammi di eroina: inseguito e arrestato

Sabato 1 Agosto 2020

Eroina nello zaino, cerca di scappare durante un controllo della polizia, ma viene inseguito e arrestato. E' accaduto ieri pomeriggio a Lecce, nei pressi della stazione ferroviaria.

L’uomo - Antonio Galati, 42enne di Supersano - è stato notato su viale Oronzo Quarta, angolo via Don Bosco, da agenti della volante, mentre a piedi si dirigeva verso la stazione ferroviaria. E' apparso subito sospetto, così gli agenti hanno deciso di procedere con un controllo: addosso l'uomo aveva mezzo grammo di eroina.

A questo punto, gli agenti hanno chiesto all'uomo di aprire lo zaino, ma lui con una mossa repentina si è dato alla fuga, inseguito da un agente. Iniziava così un inseguimento a piedi nel traffico, in direzione della stazione ferroviaria per poi proseguire nei parcheggi attigui che delimitano la stazione ferroviaria con via di Ussano. Qui l’uomo, vistosi braccato, ha preso dallo zaino un borsello gettandolo per terra tra le auto in sosta ma, dopo aver scavalcato un muretto, veniva raggiunto e bloccato dall’agente. Una vota recuperato il borsello, al suo interno vi era una busta in cellophane contenente quasi 321 grammi di eroina nonché la somma contante di euro 1.270.

La perquisizione veniva estesa presso l’abitazione di Supersano, dove veniva rinvenuto un bilancino di precisione e altro materiale utile per ulteriori indagini. Galati è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Ultimo aggiornamento: 21:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA