«Photored e corsie sbagliate: multe legittime»
L'avvocatura del Comune dopo la stangata

Venerdì 9 Aprile 2021 di Stefania De Cesare

Multe per errata canalizzazione, arriva il parere della Avvocatura comunale: «Verbali legittimi, ma si intervenga nel contratto d’appalto».

Brutte notizie per i tanti automobilisti leccesi sanzionati nelle ultime settimane dai photored per il “cambio di corsia”. Dopo le polemiche degli ultimi giorni è arrivato l’atteso parere dei legali del Comune, richiesto dal sindaco Salvemini proprio per fare chiarezza in merito alla vicenda che ha visto coinvolti centinaia di automobilisti multati per aver superato, in alcuni casi anche solo di pochi centimetri, le corsie di canalizzazione destinate alla svolta.
L’avvocatura ha fatto presente come nel contratto stipulato dall’amministrazione con la società Project Automation spa per la fornitura e la gestione delle telecamere installate presso 6 incroci cittadini, si faccia più volte riferimento generico a tutte le infrazioni “di cui all’articolo 146 del codice della strada”, e quindi sia con riferimento alle infrazioni al comma 2 ovvero infrazioni legate al non rispetto della segnaletica stradale (e quindi anche le corsie di canalizzazione) che a quelle relative all'attraversamento dell’incrocio con il semaforo rosso. 
Nessuna illegittimità quindi.

La pioggia di verbali - ben 4.838 sanzioni per “cambio di corsia” – registrate dal 19 gennaio al 20 febbraio sono quindi regolari, almeno secondo l’avvocatura comunale, e devono essere pagate. I legali però suggeriscono al Comune “al fine di evitare seppur improbabili fraintendimenti” una integrazione al contratto d’appalto che “specifici il riferimento a tutte le infrazioni di cui all’articolo 146 del codice della strada”.

Ultimo aggiornamento: 17:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA