Salento, donna morta nel rogo di una Rsa: misura di sicurezza per un'ospite 77enne

Salento, donna morta nel rogo di una Rsa: misura di sicurezza per un'ospite 77enne
1 Minuto di Lettura
Venerdì 9 Settembre 2022, 17:11 - Ultimo aggiornamento: 17:39

Con le accuse di danneggiamento seguito da incendio, morte o lesioni come conseguenza di altro delitto e omicidio colposo, una donna di 77 anni è stata sottoposta a misura di sicurezza (sarà controllata a vista nella struttura di riposo) perché accusata di aver provocato l'incendio divampato la sera dell'11 marzo scorso nella Rsa 'Gaudium' di Montesardo, frazione di Alessano, in cui morì una delle ospiti, Ippazia Ciardo Prontera, di 67 anni.

Il provvedimento 

Il provvedimento del Tribunale di Lecce è stato eseguito dai carabinieri che hanno condotto le indagini. La 77enne è accusata di aver provocato colposamente con una sigaretta un danneggiamento che provocò il rogo che avvolse il letto sul quale si trovava la vittima. La donna morì tre giorni dopo nel Centro Grandi ustionati di Brindisi. Altri quattro ospiti rimasero intossicati e ustionati in maniera non grave. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA