Si denuda e molesta gli avventori di un ristorante, poi distrugge a calci l'auto dei carabinieri: arrestato

Mercoledì 8 Luglio 2020 di Antonella MARGARITO
Un uomo di nazionalità marocchina si è denudato questa mattina vicino a un'attività di ristorazione di Gallipoli, molestando gli avventori e fuggendo poi sul ponte che unisce la città vecchia alla nuova. L'uomo - in evidente stato di agitazione - ha tentato di avvicinare e molestare una donna, le sue urla e la tensione fra i clienti del ristorante hanno attirato i passanti e i turisti, che hanno chiamato i carabinieri.

Ma in attesa dell'arrivo dei militari, l'atmosfera si è scaldata e rischiava di precipitare. Proprio i carabinieri del Nor di Casarano, infatti, hanno evitato che l'uomo divenisse vittima di linciaggio. E lo hanno arrestato in flagranza, per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e guida sotto effetto dell'alcol.

Dopo le molestie, l'uomo si sarebbe messo alla guida della sua auto. Quando i militari lo hanno fermato, è andato in escandescenza, costringendo i carabinieri a immobilizzarlo e accompagnarlo in caserma. 
Il 41enne, a quel punto, ha divelto a calci i finestrini dell'auto di servizio. E' stato accompagnato in  ospedale per le cure del caso e gli è stato riscontrato un tasso alcolemico nel sangue di 3,2 grammi per litro. E' stato quindi arrestato e accompagnato in carcere.  Ultimo aggiornamento: 9 Luglio, 11:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA