Medicina a UniSalento, è boom: in 1.500 iscritti al test d'ingresso. I posti disponibili sono 60

Medicina a UniSalento, è boom: in 1.500 iscritti al test d'ingresso. I posti disponibili sono 60
di Maddalena MONGIò
5 Minuti di Lettura
Domenica 29 Agosto 2021, 08:51 - Ultimo aggiornamento: 30 Agosto, 08:02

UniSalento riparte dalla nuova facoltà di Medicina: il test di accesso è fissato per il 3 settembre e le famiglie danno ampio credito al nuovo corso di laurea. È boom di partecipanti: sono 1.500 i prenotati per la prova fissata per venerdì prossimo a Lecce. Il test ha valenza nazionale e si può scegliere la sede d'esame dando la priorità per la sede di frequenza. E qui c'è l'altro dato molto alto: ben 540 hanno scelto prioritariamente UniSalento come sede di frequenza. In pratica, il 36 per cento degli aspiranti camici bianchi ha scelto l'Ateneo di Lecce per il primo anno di questo attesissimo corso di laurea. Numeri e percentuali che segnalano un exploit. Ben al di là delle aspettative, secondo molti addetti ai lavori.

I fattori che hanno pesato


Buona la prima, dunque. Nell'alto gradimento pesa anche la particolarità del corso che dà possibilità di acquisire la doppia laurea (Medicina e Ingegneria Biomedica) conseguendo 24 crediti formativi universitari in aggiunta ai 360 previsti per la laurea in Medicina e chirurgia. Per gli studenti extracomunitari è prevista una prova che attesti la conoscenza della lingua italiana. Si tratta di una prova che si svolgerà per via telematica mercoledì prossimo - 1 settembre - alle 10. Ma c'è attesa anche per dopodomani quando, sulla pagina di UniSalento dedicata alla facoltà di Medicina, sarà reso noto il luogo per il test che sarà in presenza: l'accesso, ovviamente, è subordinato alla presentazione del green pass. Chi non dovesse esibirlo o se la verifica del documento fosse negativa non avrà accesso all'aula d'esame e non potrà partecipare al test. Il test si svolgerà nel campus Ecotekne per evidente necessità di spazi ampi, ma in quali aule lo si saprà fra poche ore anche perché, visto l'alto numero di partecipanti, i vertici dell'Ateneo stanno valutando un'eventuale distribuzione in più sedi. Un nodo che dovrà essere risolto per rispettare, in toto, i protocolli anti-Covid.

Le dichiarazioni


L'attesa, si diceva. E le aspettative. Tante. «Parte un anno accademico particolarmente importante non solo per l'attivazione del corso di Medicina, - afferma Attilio Pisanò, delegato del rettore all'Offerta formativa ma anche perché UniSalento rafforza la sua presenza a Brindisi con due corsi innovativi in Scienze per la Cooperazione Internazionale e Sostenibilità e cambiamenti climatici e conta di confermare gli immatricolati 2020/2021, circa 5mila, che avevano registrato un aumento del 10% rispetto al 2019/2020. Ovviamente, Medicina è la scommessa più grande. Siamo ottimisti. Inoltre abbiamo lavorato sull'orario e le strutture, pubblicando già a luglio il calendario delle lezioni, al fine di mettere gli studenti nelle migliori condizioni per tornare in presenza, dando continuità all'eccezionale lavoro di orientamento svolto la scorsa primavera dal rettore in prima persona e dal delegato, professor Amedeo Maizza».

Il test


Ma torniamo a Medicina. Il luogo di svolgimento della prova sarà reso noto dopodomani attraverso il link unisalento.it/Immatricolazioni-iscrizioni/testidimedicina/odontoiatria, ma già nel bando di ammissione al primo anno del corso di laurea è specificato che gli studenti dovranno presentarsi alle 10.30 per le operazioni di riconoscimento muniti di ricevuta attestante il regolare versamento del contributo di partecipazione e di un documento di identità.
La prova avrà inizio alle 13 e dovrà essere completata entro 100 minuti. I candidati dovranno rispondere a 60 quesiti a risposta multipla, con cinque opzioni di risposta di cui solo una esatta. I quesiti sono distinti in: 12 di cultura generale; 10 di ragionamento logico; 18 di biologia; 12 di chimica; 8 di fisica e matematica. Il punteggio massimo è di 90 per ogni risposta esatta verranno riconosciuti 1,5 punti; per ognuna di quelle sbagliate meno 0,4; zero per quelle non date.
Gli esiti della prova verranno pubblicati il 17 settembre quando il Cineca, per conto del Miur, pubblicherà il punteggio ottenuto dai candidati, nell'area a loro riservata. Il 24 settembre, ogni candidato, sulla propria pagina riservata del portale Universitaly, potrà prendere visione del proprio elaborato, del proprio punteggio e della propria scheda anagrafica. Il 28 settembre, infine, nell'area riservata agli studenti la graduatoria nazionale di merito. A scegliere per primi la sede, ovviamente, saranno i più bravi.
Le attività formative previste per il completamento del corso di studio corrispondono a 360 Cfu, distribuiti su 35 insegnamenti (compresa l'attività a scelta), la maggior parte dei quali sono erogati nella forma di corsi integrati strutturati in moduli». È di 60 il numero di studenti preventivato per l'iscrizione al primo anno di Medicina con una proiezione per i 6 anni di 360 studenti e un introito in termini di tasse pari a 636mila euro. A queste somme si aggiungeranno le risorse del Fondo di Finanziamento ordinario e i fondi regionali pari a circa 84 milioni per il reclutamento di docenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA