Chi era Fabio, l'operaio ex promessa del calcio

Giovedì 23 Settembre 2021 di Fernando DURANTE

Martano piange la morte di Fabio Sicuro causata da un incidente sul lavoro. E trema, di fronte alla dinamica che ha causato questa disgrazia. In paese, infatti, storicamente, sono presenti numerose imprese edilizie, di piccole e grandi dimensioni che sono impegnate nel settore ed utilizzano manodopera locale.

L'economia basata sulla manodopera


Molte famiglie, infatti, hanno un congiunto impegnato nelle costruzioni. Per competenza ed impegno è un settore, quello locale, fortemente richiesto in tutto il circondario ed oltre. Perciò, nella centrale piazza Assunta la gente parla a bassa voce della tragedia, nel rispetto per la giovane vittima e dei famigliari.

 

Le speranze da calciatore 


Fabio era stato un calciatore di belle speranze, ala e tornante preferibilmente con la maglia del Milan. Poi aveva dovuto lasciare il calcio per gli impegni presi con una impresa di Cannole e perché intanto si era fatto una famiglia sua. Aveva giocato in squadre del circondario che militavano in categorie minori. Lo faceva per il solo gusto di giocare, ricorda un coetaneo che con lui aveva militato nella squadra del paese. Chi lo conosceva parla della vittima come di un grande lavoratore, di una persona per bene, senza grilli per la testa, stava costruendo una casa in campagna, si faceva aiutare da qualche amico. Lascia due figli, un bambino ed una bambina.

 

Lo sfogo della sorella su Facebook


La sorella di Fabio, Daniela, su Facebook sfoga il suo dolore: Hai lasciato nel nostro cuore un vuoto incolmabile, fratellino mio, che brutto scherzo che ci hai fatto?. Poi, parlando direttamente al fratello, aggiunge: Ma perché, dimmi perché tutto questo. E il mio piccolino come farà? Se Dio vorrà quando nascerà non potrà mai conoscere il suo pazzo zio Fabio: mi manchi già, come faremo senza di te? Che Dio ci dia la forza.
Anche i commenti degli amici e di chi lo ha conosciuto si trovano sui profili Facebook. Toty ricorda: L'uomo ed il padre speciale. Un lavoratore. Una persona solare, semplice e affettuosa: sei volato via troppo presto. Veglia su chi ti ama.
Angelo, commenta che Martano perde un altro ragazzo d'oro. Giuseppe, invece, stimola alla preghiera: In questo particolare momento di vicinanza alla famiglia in silenziosa e profonda preghiera: riposa in pace.
Ora tutti attendono che la salma venga consegnata alla famiglia dopo l'autopsia, per partecipare ai funerali: potrebbero tenersi domani o sabato
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 09:41