La mareggiata distrugge l'arenile, Sos dei lidi: «Correre ai ripari o non potremo lavorare»

La mareggiata distrugge l'arenile, Sos dei lidi: «Correre ai ripari o non potremo lavorare»
di Antonella MARGARITO
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 09:07 - Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 14:09

Sabbia addio. La mareggiata di martedì ha divorato la sabbia di molte spiagge del litorale sud di Gallipoli, e tanti lidi si ritrovano senza il loro arenile. Senza più lo spazio - se la situazione rimanesse immutata fino all'estate - per piantare gli ombrelloni. Da qui l'appello ad interventi urgenti, per non rischiare di rimanere bloccati quando, già in primavera, arriveranno i primi turisti.

La storia si ripete, così come accaduto lo scorso anno e nel 2019, quando la terribile mareggiata mise in ginocchio i gestori dei lidi. Che anche oggi lanciano un Sos: "Così non si può continuare, bisogna che chi di competenza prenda i dovuti provvedimenti".

 

Lido piccolo senza più arenile

In particolare ad essere colpito è stato Piccolo Lido, ma anche Lido San Giovanni, poco distante, dove il mare ha mangiato la sabbia in particolare sotto la mitica rotonda e anche altre spiagge del litorale sud. Proprio lo scorso anno, prima della stagione estiva, Piccolo Lido, dopo un lungo e laborioso iter burocratico aveva effettuato il ripristino dell'arenile spendendo ben oltre 20.000 euro. "Tutto vanificato - dice il titolare Ranieri Filograna - bisognerà ricominciare da capo, il mare ha portato via tutto quel lavoro e ora si vedono di nuovo gli scogli". Il mare riporterà ciò che ha tolto? Sembra essere questa una mission impossibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA