Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Salento, costretto su una sedia a rotelle relizza il suo sogno: dopo 25 anni, bagno a mare

L'ingresso in acqua
L'ingresso in acqua
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 13:09

Nato in riva al mare, non poteva fare il bagno da 25 anni per via dei suoi problemi di salute che lo costringono su una sedia a rotelle. Donato, 85 anni, ha realizzato il suo sogno: ha rivissuto l'emozione di entrare in acqua e nuotare. «Una gioia immensa, facevo le traversate a nuoto. Pensavo che non sarei mai più riuscito a farlo» ha raccontato. È stata na giornata all’insegna dell’inclusione e della libertà quella di ieri a Mancaversa sulla spiaggia libera denominata  "dei cavalli", un lembo di sabbia dove l’associazione Sunrise Onlus presieduta da Maria De Giovanni ha fatto una tappa del "Mare di tutti", un progetto di fisioterapia a mare per persone con sclerosi multipla e patologie neurologiche con sede fissa tutta la settimana a San Foca. 

Un tuffo nel passato 

Mentre gli operatori erano intenti a scaricare le sedie adatte e il materiale vario per l’entrata a mare dei disabili, ciò che ha attirato l’attenzione della De Giovanni è stato un anziano signore che dalla sua sedia a rotelle, accompagnato dalla figlia, osservava incuriosito tutte quelle manovre. Maria, non ci ha pensato due volte e ha invitato l’anziano signore a entrare a mare aiutato dai suoi operatori sanitari.  L’uomo si è lasciato aiutare e finalmente dopo tanti anni ha anche fatto la fisioterapia a mare, muovendo le gambe: «Nella mia vita sono sempre andato al mare - ha raccontato -  mio padre ha fatto la guerra e quando è tornato ci portava perfino in Grecia dove avrei fatto anche la traversata a nuoto. Io in questa spiaggia ci portavo i cavalli da ragazzo. Un tuffo nel passato mi avete fatto fare. Oggi mi avete fatto il regalo piu’ bello della mia vita, non dimenticherò mai questa avventura straordinaria, nell’acqua mi sentivo leggero, le mie gambe si muovevano e chissà forse in Grecia ci sarei andato davvero a nuoto».

Lacrime di gioia

Lacrime di gioia quelle di Donato e della figlia che ha osservato molto emozionata la felicità di suo padre finalmente a mare. Sempre nella stessa mattinata sono stati trattati vari utenti con sclerosi multipla e patologie neurologiche, alle operazioni hanno partecipato anche le donne medico della Fidapa sezione di Gallipoli e la Presidente della commissione pari opportunità di Lecce Teresa Chianella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA