Catturato il lupo degli Alimini: nella notte il trasferimento nel Parco nazionale della Majella

Martedì 14 Luglio 2020

Il gruppo faunistico del Parco nazionale della Majella, con il supporto dei carabinieri forestali di Otranto, hanno provveduto alla cattura del lupo che, ormai da settimane, si aggirava lungo il litorale adriatico, precisamente in zona Alimini. Le operazioni di cattura si sono concluse alle 22.40 di martedì 14 luglio, scrivendo così la parola fine ai timori che serpeggiavano da tempo fra i titolari delle strutture alberghiere e i villeggianti della zona.

Terrore nella pineta, il lupo azzanna il vestito di una bambina: «Catturatelo, prima che sia troppo tardi» - Ecco cosa fare se lo avvistate

Nonostante l'esemplare degli Alimini fosse infatti docile, si lasciasse avvicinare facilmente e accettasse cibo dagli umani, si sono verificati alcuni episodi che hanno alimentato la paura e che - come del resto confermato dalle autorità - avrebbero potuto spingere qualcuno a risolvere da sé la faccenda.

Il lupo, però, è una specie protetta: il Comune di Otranto ha dunque emanato un'ordinanza per vietare ogni genere di familiarizzazione con il lupo, mentre la Forestale - che insieme a Ispra ha studiato l'esemplare - ha contattato il ministero dell'Ambiente per ottenere l'autorizzazione alla cattura e al suo trasferimento in una riserva. Cattura effettuata in queste ore. 

Ultimo aggiornamento: 15 Luglio, 20:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA