Leuca, una tonnellata di marijuana sulla barca a vela: arrestati in cinque

Leuca, una tonnellata di marijuana sulla barca a vela: arrestati in cinque
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 14:49 - Ultimo aggiornamento: 10 Agosto, 13:50

Maxi sequestro nel mare del Capo di Leuca dove la Guardia di finanza di Gallipoli, in collaborazione con il comando provinciale di Lecce e con i reparti Aeronavali di Taranto e Bari, ha sequestrato una tonnellata di marijuana. La sostanza stupefacente, suddivisa in panetti, era nascosta nel pianale di una barca a vela che navigava al largo di Santa Maria di Leuca, al confine con le acque internazionali. Un metodo "nuovo" per trasportare droga, attraverso una imbarcazione che gli investigatori avrebbero pouto ritenere occupata da turisti. 

Il carico partito dall'Albania

Il carico sarebbe partito dall'Albania. Tre cittadini albanesi, Arbër Saraseli, 31 anni, Saverjo Imeraj, 22 anni, e Qemal Pekmezi, 19 anni, sono stati arrestati nel corso dell’operazione. Un quarto albanese sarebbe ricercato dalla polizia, che ha sequestrato anche tre scafi. I tre, secondo quanto dichiarato dalle autorità albanesi, avrebbero trasportato la droga suddivisa in 153 panetti, sull'imbarcazione a vela bloccata in Italia. L'operazione è scattata quando un elicottero della Gdf, che effettuava sorvoli per conto della Frontex, l’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, ha notato sul mar Ionio, gli scafi che scaricavano dei pacchi su una barca a vela. Immediatamente sono state informate le autorità sia in Italia che in Albania. I tre albanesi sono stati arrestati al loro rientro, mentre la barca a vela, con a bordo due ucraini, Bychkovi Serhii, 43 anni e Senkevych Serhii, 62 anni, è stata bloccata dalla Gdf di Gallipoli, che ha trovato a bordi anche l'ingente quantità di marijuana. L’operazione è stata applaudita dal ministro albanese dell’Interno Bledi Çuçi, il quale si è congratulato «con tutti gli agenti albanesi e italiani coinvolti». Sono stati arrestati anche i due esperti skipper ucraini che avrebbero condotto la barca a vela in Puglia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA